H&D Chievo Women

logo h&d chievo women

Non riesce purtroppo a riscattarsi il Chievo Under 17, che dopo il k.o. esterno contro il Real Vicenza cade di misura anche tra le mura amiche contro il Padova. La pressione alta delle avversarie ha messo in difficoltà le gialloblù, le quali hanno cercato di sfruttare gli spazi concessi senza però riuscire a scalfire la difesa ospite. “Il Padova è una squadra molto ordinata e aggressiva e questo ha limitato la nostra capacità di costruzione – analizza il tecnico gialloblù Alberininon siamo riuscite a coinvolgere il centrocampo organizzando comunque manovre avvolgenti dove siamo però state forse un po’ troppo frettolose nel cercare di scavalcare la linea difensiva. Probabilmente ci è mancata una maggior capacità di gestire il pallone in certe situazioni, va comunque dato merito alle ragazze di essersi avvicinate al livello delle squadre più accreditate, riuscendo a tenere testa dal punto di vista dell’intensità e della prestazione a compagini molto forti. Abbiamo raggiunto la consapevolezza di essere una squadra che può giocarsi queste partite“.
Il Chievo infatti sul campo non demerita, ma la rete di Schiavon condanna le gialloblù alla sconfitta. Le gialloblù provano a trovare lo spunto per giungere al pareggio, speranze che scemano via via con il passare dei minuti fino al triplice fischio del direttore di gara.
Adesso ci prepareremo alle prossime gare con Trento e SudTirol, dove cercheremo di mantenere questo livello di prestazioni e con un po’ più di precisione magari riusciremo a renderci maggiormente pericolose sottoporta e in fase di costruzione – prosegue mister Alberini, che poi conclude: “Queste due gare si sono decise su degli episodi ma se si analizzano sotto una prospettiva più ampia credo che questo gruppo stia raccogliendo frutti importanti da queste esperienze. Sono felice di questa crescita e spero possano confermarsi, daremo il massimo come sempre per raccogliere già dal prossimo impegno un risultato positivo“.