H&D Chievo Women

logo h&d chievo women

Gol, squadre ed espulsioni: statistiche per alleviare la quarantena

In questo periodo di isolamento, ripercorrere gli annali delle stagioni calcistiche delle giocatrici della Prima Squadra, può essere un buon motivo per staccare per un attimo la mente e ripensare a questo sport tanto amato che, visto la lontananza dai campi che perdura da settimane, sembra dimenticato. Rifugiarsi nelle storie, ricche di numeri, delle calciatrici clivensi può far tornare a galla quei sentimenti che ogni sportivo ha vissuto nel proprio cuore. In esame vengono prese le squadre, i gol e le espulsioni delle ragazze della rosa di mister Dalla Pozza e in particolare le stagioni dal 2004 ad oggi, prendendo in considerazione le partite che hanno disputato nei campionati di serie A, A2 e B. In testa alla classifica per numero di gol realizzati, c’è senza ombra di dubbio, data la sua esperienza, Valentina Boni con ben 214 gol, messi a segno con 4 squadre. La sportività della giocatrice veronese ha fatto sì che in sedici anni non venisse mai mandata anzitempo sotto la doccia, alzando ulteriormente il valore di questa giocatrice. Al secondo posto, sempre per numero di gol realizzati, spicca Rachele Peretti, giocatrice veterana della società di Giuseppe Boni che con 2 società in sedici anni ha messo a segno 105 gol. Numeri da capogiro per una giocatrice che, con tecnica e intelligenza tattica, ha saputo essere una spina nel fianco per numerose formazioni avversarie. Al contrario della Boni però, sono tre i cartellini rossi che gli arbitri hanno estratto a suo favore. Sul gradino più basso del podio, con 70 gol con 4 squadre (zero espulsioni) c’è la trentina Stefania Dallagiacoma, attualmente capocannoniere della squadra con 8 centri. Nella stagione attuale nonostante gli infortuni, l’esterno offensivo è riuscito a sfruttare al massimo le occasioni che ha avuto a disposizione, contribuendo notevolmente al rilancio, dopo un inizio difficile, della squadra gialloblù. Proseguendo la classifica, al quarto posto c’è “The Wall” Lisa Faccioli che ha collezionato, seppur difensore, 66 reti con 4 società (3 i cartellini rossi). Al quinto posto troviamo il centravanti gialloblù Alice Martani. La bresciana ha collezionato 45 gol con 3 società. Insegue, a -4 il mastino Silvia Carraro che con le sue doti abbina qualità e quantità ogni volta che viene chiamata in causa (41 reti, 6 squadre e 3 espulsioni). La classifica, con ampio margine, prosegue con le centrocampiste Daiana Mascanzoni (23 gol con 4 formazioni), Sara Tardini (21 gol con 3 società) e Zoe Caneo (16 reti nell’unica società e 2 espulsioni). Si chiude, per quanto riguarda i dati degni di nota, con i difensori Alessia Pecchini (13 gol nell’unica società) e Francesca Salaorni (9 reti, una società e 2 espulsioni). L’augurio è che questa classifica non si fermi e che le giocatrici continuino, prima possibile, a divertirsi e far divertire gli appassionati del calcio rosa.

Serie B: i numeri del girone di andata delle gialloblù

Il girone d’andata si è concluso domenica con la vittoria per 6-0 contro la Novese. Dati alla mano, le prime undici partite stagionali di serie B hanno avuto un andamento altalenante. Infatti, le gialloblù hanno ottenuto 4 vittorie, 2 pareggi e 5 sconfitte per un totale di 14 punti che equivalgono al sesto posto in classifica (primato del San Marino con 26 punti). Facendo un parallelo con la stagione scorsa, il 13 gennaio 2019 le gialloblù di mister Bragantini avevano messo in cascina 21 punti, scaturiti da 6 vittorie 3 pareggi e 2 sconfitte portandole a chiudere la prima parte di stagione al terzo posto (primo posto dell’Inter con 33 punti). Nella stagione in corso il cammino non è iniziato come auspicato. Infatti, dopo la vittoria alla prima giornata con il Perugia (3-0), sono arrivate due sconfitte con Lazio e Riozzese. Alla quarta giornata è arrivato un pareggio contro la Roma e la giornata seguente un’altra sconfitta a Ravenna. In cinque giornate solo 5 punti che hanno iniziato a far traballare la panchina di mister Zuccher. Il riscatto, nelle partite successive non c’è stato e nonostante la vittoria contro il Cittadella (1-0), contro Napoli (5-1) e San Marino (3-2), le attuali dominatrici del campionato, sono arrivate due sconfitte che hanno fatto propendere la decisione di sollevare dall’incarico il mister clivense. Con la ripresa del campionato dopo la sosta natalizia, sulla panchina gialloblù è arrivato Moreno Dalla Pozza. Sotto la guida del mister ex Cittadella la rosa ha ripreso a macinare punti conquistando due vittorie e un pareggio. Pe risollevare morale e classifica serviva maggior convinzione ed equilibrio in campo e, guardando ai risultati, la strada imboccata con Dalla Pozza sembra quella giusta. Analizzando la fase difensiva e offensiva, nella prima parte di stagione le gialloblù hanno incassato 17 reti (6 incassate nel primo tempo e 11 nel secondo) risultando la settima miglior difesa e realizzato 20 gol (7 Dallagiacoma, 5 Boni, 3 Mascanzoni, 1 Peretti, 1 Bertolotti, 1 Carraro, 1 Carabott e 1 Martani) guadagnandosi la quarta piazza tra le formazioni più prolifiche. Riavvolgendo il nastro alla passata stagione, i dati si equivalgono e questo può essere un dato positivo seppur siano sette i punti in meno in classifica rispetto al girone di andata 2018/2019. Un dato certamente da migliorare in vista del girone di ritorno è quello riguardante le vittorie esterne. Infatti, se sul terreno di casa (l’Umberto Capone di Vigasio e il sintetico dell’Olivieri Stadium i due campi dove sin qui si sono disputate le partite in casa) in sei partite le gialloblù hanno realizzato 12 punti, in trasferta su cinque partite hanno raccolto solo 2 punti. Una maggior costanza di rendimento potrà rendere ancor più concreti i sogni di gloria della società clivense.