H&D Chievo Women

logo h&d chievo women

Zuccher: “Vogliamo portare a casa più punti possibili”

Domani il Chievo Fortitudo Women alle ore 14.30 scenderà in campo per la quarta partita stagionale. Le gialloblù si troveranno di fronte, al centro sportivo Certosa la formazione Roma Calcio Femminile, attualmente al penultimo posto con un punto, maturato nel pareggio all’esordio contro la Riozzese (sconfitta per 2-0 nella seconda giornata contro Vittorio Veneto e domenica scorsa 2-1 contro la Novese). Un momento certamente non positivo per le romane che vorranno rifarsi sul terreno di casa. In casa Cfw il mister Diego Zuccher presenta le avversarie: “La classifica non rispecchia il valore delle giallorosse. Nonostante abbiano perso qualche pedina rispetto allo scorso anno, hanno acquistato delle buone giocatrici e la loro intenzione è quella di fare un buon campionato. Rientrano proprio domani due giocatrici importanti che non hanno avuto per squalifica, il capitano Noemi Cortelli e Penelope Riboldi, lo scorso anno al Chievo, che giocherà la prima partita domenica. Di recente hanno preso una nuova centrocampista che ha iniziato la settimana scorsa, Clarissa Kirsh Downs una ragazza americana del ’96 di cui ne parlano molto bene”. Guardando alla sua squadra il mister dice: “Da parte nostra c’è la voglia di non ripetere i tanti errori commessi domenica scorsa. Conosciamo bene come giocano e andremo in campo per portare a casa più punti possibili per recuperare quelli persi nelle ultime due partite”. Nell’undici titolare, non ci sarà Faccioli che in settimana si è infortunata. Per quanto riguarda le altre giocatrici – recuperate Salaorni e Pecchini e rientra dalla squalifica Caneo – il mister scioglierà gli ultimi dubbi oggi in mattinata dopo l’ultimo allenamento, prima di partire per Roma.

Zuccher: “A Roma per vincere”

L’esordio stagionale è stato archiviato ed è ora di proiettarsi alla prossima sfida che si giocherà domani alle ore 15 a Roma alla stadio Mirko Fersini (Formello). Il Chievo Fortitudo Women si vedrà di fronte, nella prima trasferta stagionale, la formazione della Lazio di mister Asharaf Seleman che domenica scorsa ha esordito con un 2-2 contro San Marino. Le biancocelesti sono state avversarie della Fortitudo Mozzecane anche nello scorso campionato – chiudendo ottave – e nelle due sfide la Fortitudo ne è uscita con quattro punti. Infatti, all’andata le gialloblù si sono imposte per 2-0 mentre al ritorno l’incontro si è chiuso a reti inviolate. Le rose di entrambe le formazioni sono state perfezionate e sicuramente il tasso tecnico in campo darà luogo ad una partita intensa. Mister Zuccher, alla vigilia di questo secondo test puntualizza: “La squadra in settimana ha lavorato molto bene. Anche ieri sera nell’ultimo allenamento ho visto le ragazze concentrate e senza troppa tensione. Le sensazioni per la partita di domani sono positive”. Le biancocelesti daranno filo da torcere: “In estate si sono rinforzate molto. Non hanno l’obiettivo dichiarato di vincere il campionato ma saranno sicuramente tra le prime quattro posizioni. Si sono rinforzate nei ruoli dove mancava qualcosa e quindi è una squadra da tenere in forte considerazione, aggressiva, che corre tanto e brava tecnicamente. In casa loro non vorranno deludere. Ci aspetterà un ambiente ricco di tensione”. La formazione gialloblù subirà qualche variazione rispetto alla sfida con Perugia: “Noi partiremo con lo stesso modulo di domenica scorsa ma ci sarà qualche cambio, uno in difesa e uno a centrocampo. Giocherà Faccioli al posto di Mascanzoni e Tardini al posto di Caneo”.  Conclude: “Andremo a Roma per provare a vincere e se non ci riusciremo cercheremo di portare a casa più punti possibili. Faremo la nostra partita”.

Serie B: il nuovo allenatore è Diego Zuccher

La Fortitudo Mozzecane ha affidato le redini della Prima Squadra all’allenatore Diego Zuccher. Dopo un percorso da preparatore atletico nel Bardolino Verona e cinque anni da responsabile della Scuola Calcio dell’Hellas Verona, Zuccher ha intrapreso definitivamente la strada del calcio femminile rispondendo alla chiamata del ChievoValpo, dove ha trascorso quattro anni, prima come preparatore e poi come allenatore dopo aver conseguito il patentino di allenatore. L’entusiasmo e la voglia di fare bene non mancano come racconta in esclusiva: Sei contento di aver firmato per la Fortitudo e cosa ti ha spinto ad accettare l’incarico? Sono molto contento della scelta. Mi ha convinto il progetto e soprattutto l’organizzazione, la serietà e la passione che ho visto nell’ambiente, in primis da parte del presidente Boni e di Bragantini. Mi è sembrata una società sana che ha le idee chiare su cosa vuole fare. Cosa ne pensi dei nuovi sviluppi societari? Quando mi sono accordato con la società non eravamo ancora a conoscenza di questa situazione. Si tratta di un qualcosa in più che ha dato ulteriore entusiasmo e una spinta maggiore nel fare bene. È un’opportunità importante da sfruttare. Avere l’appoggio di una società come il Chievo dà sempre qualcosa in più a livello di immagine, esperienza e professionalità. Conosci già qualche giocatrice della rosa? Hai già parlato con qualcuna di loro? Le ragazze le conoscevo solo da avversarie e non personalmente. Adesso, con i vari incontri che sto facendo assieme a Valeriano, le sto conoscendo e mi sto rendendo conto che molte giocatrici che mister Bragantini aveva a disposizione lo scorso anno non erano solo delle brave calciatrici ma anche delle splendide persone e questo è sicuramente un aspetto importante. Che obiettivi ti sei prefissato per la stagione 2019/20? Stiamo formando la rosa, cercando di mantenere l’ossatura dello scorso anno integrando la rosa con alcuni innesti che possano andare a colmare le lacune presenti in alcuni ruoli. Il nostro intento è quello di fare un campionato di alta classifica cercando di migliorare la posizione dello scorso anno. Chi avrai nel tuo staff? Il preparatore dei portieri sarà Valerio Filippi mentre Il mio vice sarà Mattia Pasotto, un grande professionista ed esperto dei settori giovanili e dell’analisi delle situazioni di gioco. Un ragazzo giovane, serio ed affidabile e di grande competenza nonostante la giovane età. Sarà al mio fianco per il terzo anno e devo dire che assieme ci troviamo bene e condividiamo molte idee riguardo al gioco.   Copyright © Tutti i diritti riservati