H&D Chievo Women

logo h&d chievo women

Al rientro dalla sosta per le nazionali l’H&D Chievo Women si trova di fronte la capolista Lazio per la 24 giornata di serie bUlderici conferma la formazione ammirata nelle ultime uscite per provare a dare continuità alla striscia di quattro vittorie consecutive e all’ottimo periodo di forma.

PRIMO TEMPO

L’inizio di partita sembra abbastanza equilibrato con le due squadre che si studiano ma solo dopo tre minuti le ospiti hanno un’occasione clamorosa per portarsi in vantaggio: dopo un’azione in velocità Visentin viene liberata da sola davanti alla porta e Soggiu compie un miracolo deviando in angolo. La Lazio prova a prendere l’iniziativa portando un’alta pressione che costringe il Chievo a scelte affrettate e spesso sbagliate. Le padrone di casa non riescono a tessere la solita fitta trama di passaggi e ricorrono a tanti lanci lunghi per Picchi che però si trova quasi sempre isolata. La mancanza di precisione dell’H&D Chievo Women permette alla Lazio di guadagnare metri e al diciassettesimo arriva il vantaggio biancoceleste: le gialloblù si fanno sorprendere da un’imbucata di Adami che trova in area di rigore Visentin, la quale è abile a scappare a Barro e deposita in rete. Dopo lo svantaggio il Chievo prova a riorganizzarsi e inizia a salire di tono la prestazione della squadra di Ulderici che porta i primi pericoli e fa circolare il pallone con più precisione. Ma è ancora la capolista ad andare vicina al gol: errore in uscita di Pizzolato che mette in difficoltà Barro, sfortunata nel rimpallo che favorisce Moraca che sola davanti a Soggiu mette fuori. Le clivensi però ora giocano meglio e iniziano a creare: bella sponda di testa di Picchi per Begal la cui conclusione viene deviata in angolo, poco dopo Marengoni mette in mezzo un traversone che arriva a Tonelli il cui tiro-cross attraversa pericolosamente tutta l’area senza essere toccato da nessuno. Sul tramonto del primo tempo altra bella azione in velocità del Chievo con Merli che innesca Begal, la numero 17 va al cross raccolto da Picchi che spedisce alto di testa.

SECONDO TEMPO

La seconda frazione di gioco inizia su ritmi più blandi anche a causa del caldo quasi estivo, è però sempre la Lazio a creare le migliori occasioni. Dopo dieci minuti scarsi le biancocelesti colpiscono il palo con un tiro improvviso dal limite dell’area di un’incontenibile Visentin. La Lazio insiste e Soggiu è attenta su un tiro di Goldoni, ma l’H&D Chievo Women non rimane a guardare e va al tiro con Begal che spedisce alto. A mezz’ora dalla fine arriva il raddoppio delle ospiti: da un rinvio dal fondo per il Chievo Soggiu e Merli si prendono un rischio enorme scambiando corto, la più lesta ad avventarsi sul pallone è Eriksen che anticipa Soggiu e segna. Passano pochi minuti e la Lazio trova anche il terzo gol che sembra archiviare la pratica, ancora un’indecisione nella difesa clivense con Congia che si fa beffare da Papadinova che, una volta saltato il portiere, deposita in rete. Da qui in poi la Lazio gestisce andando vicina anche al quarto gol sempre con Papadinova che sola davanti a Soggiu manda alto. Ma comunque la squadra di Ulderici rimane in partita e prova con generosità a trovare il gol della bandiera senza riuscirci. Si ferma così a 4 la striscia di vittorie consecutive del Chievo che la settimana prossima a Cesena avrà un altro impegno complicato.

 

Da sottolineare, nonostante la sconfitta e il valore dell’avversario, il consueto atteggiamento coraggioso e spavaldo dell’H&D Chievo Women che anche oggi ha messo in campo le proprie idee, esclusi i primi venti minuti di oggettiva difficoltà. Sono mancate un pò di precisione e di lucidità, e soprattutto c’è stato qualche errore di troppo in fase di impostazione ma rispetto alla partita di andata i miglioramenti sono evidenti e il lavoro di mister Ulderici è in continua evoluzione. Lodevole la prova di Saggion, attenta in copertura e che ha messo la solita qualità in fase di palleggio. Si tratta di un risultato forse fin troppo severo che però fa parte di un percorso di crescita sotto gli occhi di tutti. Contro il Cesena domenica prossima si misurerà anche la tenuta mentale di questa giovane squadra chiamata alla reazione immediata.

TABELLINO

H&D CHIEVO WOMEN- LAZIO 0-3

17′ pt Visentin, 17′ st Eriksen, 25′ st Papadinova

CHIEVO: Soggiu; Saggion; Tonelli ( 20′ st Micciarelli ); Ketis ( 34′ st Bercelli ); Merli ( 20′ st Congia ); Landa; Pizzolato ( 34′ st Montemezzo ); Begal ( 27′ st POli ); Picchi; Barro; Marengoni

A disposizione: Micciarelli; Congia; Bercelli; Zannini; Polonio; Poli; Montemezzo; Rosolen; Trevisan

Allenatore: Ulderici Fabio

LAZIO: Guidi; Reyes; Mancuso; Adami; Eriksen; Gomes; Moraca; Gotheberg; Pittaccio; Goldoni; Visentin

A disposizione: Fierro; Ferrandi; Palombi; Castiello; Popadinova; Kuenrath; Falloni; Varriale; Proietti

Allenatore: Grassadonia Gianluca

Arbitro: Gianmarco Vailati di Crema

Assistenti: Thomas Vora di Como; Francesco Pirola di Abbiategrasso