H&D Chievo Women

logo h&d chievo women

Un weekend nel complesso positivo quello che ha visto protagoniste le nostre giovani gialloblù. Dopo due sconfitte nelle prime due sfide, il Chievo Under 17 di mister Alberini trionfa contro il Trento con una grande prestazione, mentre le Under 15 di Emanuele Suppa ottengono un punto a San Zeno di Mozzecane contro il Padova.

TRENTO – CHIEVO U17 1-4

Trasferta molto positiva per le Under 17, in una gara che le ha viste prendere fin dall’inizio le redini delle operazioni. Le gialloblù mantengono il pallino del gioco legittimando la loro forza già nel primo tempo quando si portano in doppio vantaggio. Dopo una buona combinazione da sinistra a destra, il pallone arriva tra i piedi di Noemi Perina, la quale punta la diretta avversaria prima di arrivare sul fondo e dipingere un bellissimo cross sul secondo palo impattato con un preciso piatto al volo da Sofia Mezzani, che non lascia scampo all’estremo difensore e sblocca le ostilità. Il raddoppio porta la firma di Samantha Castagnini, abile nel ribadire in rete un corner battuto ancora da Mezzani.
In avvio di ripresa il copione non cambia, ma il Trento torna in partita con la rete messa a segno da Tacconi, che corregge in rete dopo la respinta del palo sugli sviluppi di un calcio di punizione. Le forze fresche inserite da Alberini rimettono tuttavia il Chievo in totale controllo e un altro corner di Mezzani porta all’incornata vincente ancora di Castagnini, la quale riporta le gialloblù a più due sulle avversarie. Nel finale è la solita Mezzani a realizzare la rete della sicurezza, vincendo il duello fisico con la sua marcatrice su un lancio in profondità e battendo il portiere da distanza ravvicinata.
«È una partita che mi lascia decisamente entusiasta – commenta mister Alberini al triplice fischio – le ragazze hanno espresso il loro miglior gioco in entrambe le fasi. Al di là del risultato, che comunque è segno di una crescita anche dal punto di vista realizzativo, è stata una gara bellissima in cui abbiamo controllato il gioco e soprattutto i ritmi, capendo con maturità quando bisognava accelerare e quando invece era opportuno temporeggiare alla ricerca di spazi. È stato davvero un piacere vederle giocare e raccogliere tutto il lavoro che abbiamo messo insieme in questi mesi. Certamente è un ottimo segnale in vista della partita, probabilmente la più impegnativa del girone, contro il SudTirol, ed è anche la testimonianza che effettivamente tra le squadre più forti possiamo competere anche noi giocandoci le nostre carte, e ciò è una grande presa di consapevolezza».

CHIEVO U15 – PADOVA 2-2

Pareggio interno invece per la formazione Under 15, che offre un approccio un po’ sottotono rispetto agli standard soffrendo inizialmente la continua ricerca della profondità da parte del Padova. Su una situazione di questo tipo si materializza la rete del vantaggio ospite che porta la firma di Pedron, astuta nell’inserirsi tra portiere e difensore e ad insaccare con la punta del piede. È tuttavia l’unico sussulto del Padova nel primo tempo, il Chievo infatti inizia a macinare gioco e sfiora il pareggio con un paio di buone incursioni in area di rigore. Pareggio che arriva grazie a Sara Bertaglia, la quale si inserisce da sinistra palla al piede e batte l’estremo difensore avversario. Nel secondo tempo le gialloblù tengono fede a quanto di buono mostrato nella prima frazione e restano in controllo del gioco, andando però sotto nel punteggio a causa di un contropiede finalizzato da Mogliani che riporta avanti il Padova. Nel terzo tempo il Chievo spinge per rientrare in partita e staziona stabilmente nella metà campo ospite. Gli sforzi gialloblù vengono premiati quando Anna Bulgarelli entra in area e viene atterrata da un’avversaria: nessun dubbio per il direttore di gara che assegna il penalty. Dal dischetto fredda e implacabile Sara Bertaglia, che firma la sua personale doppietta e permette al Chievo di arrivare al meritato pareggio. Non c’è però più tempo per le gialloblù, il triplice fischio manda in archivio la gara sul risultato finale di 2-2.
Mister Suppa si complimenta con le sue ragazze a fine gara per la prestazione fornita: «Stiamo incontrando squadre che giocano in modo simile e che cercano spesso il lancio lungo, noi manteniamo tuttavia fede alla nostra identità continuando a prediligere una costruzione palla a terra anche se in un campo a nove non è sempre facile. Questa squadra tuttavia non si lascia abbattere e confondere e continua a produrre gioco con trame di pregevole fattura. Una nota di merito va anche a coloro che sono subentrate dando il proprio importante contributo, importante come anche quello di chi non ha giocato ma ha dato prova di appartenenza al gruppo non facendo mai mancare sostegno e supporto. Questo per un allenatore è molto significativo e io sono ORGOGLIOSO di queste ragazze».

 

 

Nicola Sordo, Ufficio Stampa – H&D Chievo Women F.M.

Facebook: H&D Chievo Women
Instagram: hd_chievowomen
Twitter: @ChievoWomen
TikTok: Harley&Dikkinson Chievo Women
LinkedIn: H&D Chievo Women