H&D Chievo Women

logo h&d chievo women

Archiviate le festività natalizie, le squadre Under 15 e Under 17 hanno inaugurato il 2024 con la prima uscita del nuovo anno. Sabato pomeriggio il Chievo Under 17 ha affrontato la difficile trasferta di Trento, dove nonostante una buona prova è uscito con una sconfitta. “Le ragazze sono in crescita costante, la prestazione è stata veramente di ottimo livello – analizza mister AlberiniEra una partita carica di significato, in quanto vincendo li avremmo superati in classifica raggiungendo il terzo posto, purtroppo non ci siamo riuscite e va dato merito all’ottima gara delle nostre avversarie“.
L’incontro è stato giocato molto bene da entrambe le compagini, che hanno dato spettacolo con ottime trame palla a terra cercando di sfruttare gli spazi. In avvio sono le padrone di casa a sbloccare il risultato, ma il Chievo riesce ad agguantare il pareggio nel finale di primo tempo grazie a un bellissimo calcio di punizione di Anita Salvagni, sfiorando anche il vantaggio prima del duplice fischio. A metà della ripresa il Trento trova il guizzo giusto per riportarsi avanti nel risultato, mentre le gialloblù, nonostante il grande sforzo offensivo, non riescono a riequilibrare le sorti del match. Proprio all’ultimo minuto di recupero, con il Chievo in avanti a caccia del pari, le avversarie trovano in contropiede il gol del 3-1 che chiude definitivamente la sfida.
Il Trento è stato sicuramente più cinico davanti mentre noi abbiamo pagato, come spesso accade, la poca concretezza sotto porta ma le due squadre hanno offerto uno spettacolo dal punto di vista tecnico molto elevato per la categoria. Al di là del risultato che non è arrivato, credo che una prestazione di questo livello sia un valore enorme per queste ragazze. Le delusioni fanno parte dello sport e aiutano a crescere, se riusciremo a mantenere questa mentalità, e sono certo che abbiamo ancora molti margini di crescita, le soddisfazioni arriveranno in questa seconda parte di stagione. Adesso per noi inizierà la fase primaverile del campionato, vogliamo giocarci le nostre carte da protagoniste senza snaturare il nostro gioco che ha raggiunto un livello, anche estetico, molto gradevole. Le azioni corali, la collaborazione tra i reparti sono gli elementi che sono convinto ci porteranno ai risultati a cui aspiriamo. Le mie sensazioni, nonostante la sconfitta, sono positive, sono contento di quanto stanno facendo le ragazze e devono continuare su questa strada” conclude il tecnico gialloblù.

Stesso avversario ma esito diverso per il Chievo Under 15, che conclude questa prima parte di stagione con una vittoria in rimonta. Le gialloblù passano in svantaggio nel primo tempo per via della rete realizzata da Martinelli, ma non si lasciano scoraggiare e tornano subito alla carica alla ricerca del pareggio. Con il trascorrere dei minuti, il Chievo guadagna via via sempre più campo aumentando anche il numero di occasioni, fino al pareggio firmato da Emma Sganzerla che riporta la partita in equilibrio.
Un calcio di rigore trasformato con freddezza da Sara Bertaglia completa il sorpasso delle padrone di casa, che poi mettono al sicuro il risultato con il sigillo di Ambra Fasolini, più lesta di tutte a ribadire il pallone in rete dopo la respinta del palo sul diagonale di Federica Boretti.
Anche oggi non posso dire nulla alle ragazze – esordisce mister Suppaquesta è una squadra che ha voglia di lavorare e di faticare durante gli allenamenti, una squadra capace di portare sempre a casa il risultato, inteso non come punteggio ma come la capacità di applicare in partita ciò su cui lavoriamo duramente nel corso degli allenamenti. Sono molto soddisfatto anche delle ragazze che si sono unite a noi quest’anno dalla squadra Esordienti, si sono integrate benissimo e stanno facendo grandi passi avanti. Abbiamo concluso nel migliore dei modi questa prima fase di campionato grazie ad un’ottima prestazione, che è stata frutto di un buon approccio e della giusta intensità“.