VALPOLICELLA – FORTITUDO MOZZECANE =   5 – 1

8’ Mascanzoni, 30’ Capovilla, 48’ Rasetti, 83’ Zanotti, 89’ Boni, 90’ Boni

Valpolicella: Pignagnoli, Magnaguagno, Cordioli I,  Carradore, Zaccaria, Galvan, Mascanzoni(81’ Righetti), Zanotti, Capovilla, Boni (90’ Usvardi), Rigon(91’ Pizzolato)  AD Colcera, Cordioli G , Battocchio, Bonati  All. Fracassetti

Fortitudo: Begnoni, Boni (46’ Sossella), Caliari, Faccioli, Caffara (81’ Salaorni), Venturini, Rasetti (80’ Signori), Maselli, Cavallini, Peretti, Rizzi AD Olivieri,  Bindella, Caneo  All. Padovani

Arbitro: Aly Massimilano di Lodi – Assistenti Ubaque e Nafea di Verona

Amm:

Esp:

Ancora un tempo non disputato e contro certe squadre non si deve fare; potrebbe essere anche una questione d’esperienza (l’ètà media del Valpolicella è quella più alta del girone), ma anche oggi il Valpo è partito a mille, sicuro di se e dei suoi mezzi, mentre la Fortitudo ha giocato con la paura di sbagliare, sulla difensiva ed ha quindi sempre subito l’iniziativa locale;  completamente diverso l’atteggiamento assunto dopo l’intervallo che ha portato alla rete del 2-1, ad una gara condotta dalla Fortitudo e cioè ad una gara che avrebbe potuto portare anche al pareggio con un po’ più di qualità sui calci piazzati. Purtroppo nei minuti finali la difesa gialloblù è andata completamente in barca ed il punteggio ha assunto proporzioni non realistiche.

Al 7’ la Boni si libera bene sulla sx e sferra un bel tiro che Begnoni mette in angolo con l’aiuto della traversa; dal corner spiove una palombella sulla testa della liberissima Mascanzoni in area piccola che non si fa pregare a mettere la palla dentro di testa; al 11’ un cross della Mascanzoni pesca la Boni sul fronte opposto che svirgola una buona occasione; al 15’ una bella azione corale delle locali si conclude con un tiro della Capovilla parato a terra dalla Begnoni; al 29’ da una punizione lontanissima la palla spiove in area, la Caffara non si libera della palla che le viene rubata dalla Capovilla brava a trovare il pertugio tra palo e portiere; il predominio del Valpo annovera poche pause ed in una di queste, da corner, la difesa buca la palla ma la Maselli non trova di meglio che sparare addosso al portiere da non più di due metri; il finale di tempo non riserva altre grosse emozioni.

Il secondo tempo praticamente comincia con la bellissima rete della Fortitudo; una monumentale Faccioli conquista palla in difesa ed effettua un lancio perfetto per la Rizzi che dopo una sgroppata serve al centro la Cavallini, bravissima a cambiare sul fronte opposto per la Rasetti che dopo il controllo entra in area e spara una sassata in diagonale nell’incrocio lontano (applausi); al 70’ è ancora la Rasetti che galoppa sulla dx e mette una palla in mezzo che la Cavallini manca completamente da ottima posizione; l’azione prosegue ancora pericolosamente in area ma purtroppo senza fortuna; al 76’ la Begnoni si esibisce su una bella smanacciata in mischia dopo uno dei soliti bei corner della Boni;  al 84’ il patatrac della Begnoni che su cross della Capovilla si lascia sfuggire la palla dalle mani che consente il comodo tap-in dell’opportunista Zanotti; la gara è praticamente finita anche se Salaorni concede alla Boni di mettere il suo sigillo: dapprima saltando  a vuoto in area per cui Boni dopo aver addomesticato il pallone infila Begnoni di sx e subito dopo facendosi rubare la palla dalla Capovilla, brava a servire al centro ancora la Boni pronta a gonfiare la rete dai 16 metri.

La forza morale e caratteriale di una squadra si vede proprio nei momenti in cui bisogna reagire per rialzare immediatamente la testa, ma l’avversario di turno non sarà un avversario facile, dato che la Bocconi con 9 punti su 4 partite ha fatto vedere di essere in gran forma se è vero che dopo l’amaro debutto ha vinto le ultime tre gare mettendo a segno la bellezza di 13 reti. San Zeno di Mozzecane, domenica 9 Novembre ore 14.30

AL VOLANTE: “Caro amico ti scrivo, così mi distraggo un po’ e poi ti saluto per sempre.”