VALPOLICELLA – FORTITUDO MOZZECANE = 1 – 0
Reti: 7’ Leon
VALPOLICELLA: Toniolo, Faccioli, Carradore, Usvardi (55’ Mascanzoni Da), Bissoli, Galvan, Mascanzoni De, Solow, Leon (64’ Peretti), Boni, Tombola AD: Meleddu, Cordioli G, Inverardi, Capovilla, Zanotti All. Fracassetti
FORTITUDO: Olivieri, Ivanova (81’ Mecenero), Welbeck, Bertolotti, Salaorni, Sossella, De Vincenzi (72’ Rasetti), Piovani,  Cavallini, Signori, (85’ Rizzi), Caneo AD Venturini, Dellera, Cutarelli, Ciresola All Manganotti
Arbitro:  Bordin Andrea di Bassano Assistenti: –
Ammonite: Bertolotti, Welbeck, Galvan
Espulse:
Nonostante la sconfitta, la Fortitudo ha denotato segnali di ripresa, ha messo in campo tanta buona volontà anche se è mancato il guizzo risolutivo. La rete subita a freddo, poteva anche introdurre ad una nuova debacle ed invece un pareggio avrebbe rappresentato più equamente il derby. La Fortitudo forse poteva osare qualcosa di più, specialmente nel finale e deve sicuramente crescere sotto il profilo dell’autostima e della convinzione nei propri mezzi, ma la buona prova odierna deve essere da stimolo per fare sempre qualcosa di meglio e tutte le ragazze sono tenute ad intensificare gli sforzi per competere ad un livello sempre maggiore. Diligente il debutto dal primo minuto della Ivanova ma positiva conferma della baby De Vincenzi.
Breve fase di studio ed al primo affondo una palla in verticale coglie in controtempo Salaorni, Leon s’infila ma Olivieri blocca il primo tentativo, ma non può nulla sul secondo; al 15’ Cavallini, su suggerimento di Signori, ha la grande occasione di saltare Toniolo in uscita bassa e rimettere in pari il match, ma questa volta non conferma la sua fama; al 22’ un tiro della Tombola viene deviato in corner dalla ben posizionata Ivanova; al 28’ l’ex Faccioli stampa sulla traversa una palla proveniente da corner e poi Olivieri blocca a terra; al 32’ da punizione della Salaorni arriva la deviazione miracolo di Toniolo sulla spaccata di Signori; al 38’ Caneo si libera sulla dx ed effettua un cross che non pesca la testa della Cavallini per poco; al 42’ è ancora Cavallini ad anticipare un’uscita incerta della Toniolo, ma sulla girata rimette la palla nelle mani della stessa nr.1 locale..
Al 49’ Caneo sulla sx si accentra bene ma il tiro è troppo centrale; al 68’ Piovani non calcia una punizione dal limite da par suo; al 70’ un bel taglio della Caneo pesca sul fronte opposto la Cavallini che si deve allargare e sul cross rasoterra non si fanno vedere le compagne; al 74’ prima bella rovesciata spalle alla porta della Boni che esce a lato; al 77’ un inserimento della Faccioli si conclude con un diagonale che sbatte ancora sul palo; al 83’ è ancora Boni che in rovesciata alza sopra la traversa; nei minuti finali la Fortitudo tenta il colpaccio ma con poca intensità.
Il campionato a singhiozzo mette in calendario un’altra sosta, sosta che precede lo scontro diretto contro il Caprera (2 punti, ma una partita in meno) per cui ci sono a disposizione 15 giorni per prepararsi al massimo ed arrivare a San Zeno di Mozzecane il 13 Dicembre con tutte le carte in regola per fare bene.
AL VOLANTE: “Caro amico ti scrivo, così mi distraggo un po’. E poi ti saluto per sempre”.
Giuseppe Boni