Clarentia Trento-Fortitudo Mozzecane 2-2
Clarentia Trento: Valzogher, Busarello, Ruaben, Tomaselli, Torresani, Lenzi, Zappini (12′ st Bonenti), Dalla Santa, Tonelli, Rosa, Brunello. All: Gadda
Fortitudo Mozzecane: Olivieri, Sossella (12′ st Fasoli), Welbeck, Dal Molin, Salaorni, Caliari, Peretti, Brutti, Martani (25′ st Zangari), Caneo, De Vincenzi (20′ st Piovani). All: Comin
Arbitro: Peletti di Crema
Assistenti: Giannone di Arco-Riva e Alam di Trento
Reti: 30′ pt Brunello (T), 32′ pt Welbeck (F), 26′ st Piovani (F), 48′ st Brunello (T)
Note: ammonita Busarello (T). Recupero: 0+4
La partita a Trento inizia col piede giusto. Al 1′ una punizione dalla tre quarti battuta da capitan Salaorni pesca Peretti in area avversaria che al volo colpisce il palo e sul successivo rimpallo la palla finisce fra le braccia del portiere. La squadra gialloblù gioca in modo ordinato senza subire azioni pericolose fino al 30′ quando su una disattenzione difensiva Dalla Santa si invola sulla fascia sx entra in area indisturbata e serve Brunello che deposita facilmente in rete.
Pronta la reazione della squadra gialloblù al 32′ che conquista il pareggio con Welbeck su calcio d’angolo battuto da Dal Molin.
Nel secondo tempo la Fortitudo entra in campo con più mordente e al 47′ Peretti impegna Valzogher con un tiro dal limite dell’area. Al 71′ bella azione corale partita dai piedi di Brutti che serve Dal Molin sulla fascia dx la quale imbecca perfettamente Piovani che con un fendente rasoterra batte il portiere trentino e porta in vantaggio la Fortitudo.
Nel finale di partita su contropiede la stessa Piovani involata a rete spreca la palla del ko facendosi bloccare da Valzogher dal cui successivo rinvio nasce il gol del pareggio realizzato con un pallonetto da Brunello che supera Olivieri.
A questo punto l’arbitro Peletti fischia 3 volte decretando la fine della gara.
Deila Boni