REAL MEDA . FORTITUDO MOZZECANE = 0 – 2
Reti: 9’ Cavallini, 42’ Cavallini
REAL MEDA Selmi, Seveso, Beretta, Tchetchova, Vergani, Ragone, Fusi, Dubini (75’ Zappa), Sironi (60 Stucchi), Buttò (37’ Ronchi), De Luca AD: Pizzi, Battini, Coppola, Roma All. Zaninello
FORTITUDO Begnoni Sossella, Boni, Venturini, Caffara,Faccioli, Rizzi (50’ Rasetti), Signori (70’ Bindella), Cavallini Peretti  Maselli (80’Caliari) AD Olivieri, Ciresola All Pignatelli
Arbitro: De Leo Angelo di Molfetta   Assistenti Camisa e Agostino di Sesto
Ammonite:, Rizzi
Espulse: –
Il debutto del giovanissimo mister Pignatelli non poteva avvenire in miglior modo ed in un certo senso anche quello delle quasi debuttanti Sossella e Signori. Già sul bus si è potuto notare la presenza di tante ragazze della Primavera; un bel gesto nei confronti del loro tecnico che ci auguriamo si ripeta spesso anche come risultato sul campo. Una vittoria che certamente farà trascorrere delle ottime vacanze natalizie e che darà serenità e tranquillità a tutto l’ambiente. La differenza sul Meda (terzo in classifica) è stata fatta dall’aggressività dimostrata sui portatori di palla avversaria che non avevano tempo di ragionare e che pian piano sono andati in confusione. Da non sottovalutare, dopo una valanga di reti subite,  il fatto che per la seconda volta di fila la Begnoni  e quindi la Fortitudo non hanno subito nessuna rete; tanto davanti prima o poi spunta la zampata del bomber Cavallini che con oggi si è già portato in doppia cifra (10 reti).
Al 3’ una caparbia De Luca vince due contrasti di fila ma il tiro conclusivo viene deviato in corner; al 9 al primo tentativo la Fortitudo sviluppa un’azione magistrale: una coraggiosa Signori recupera due volte la palla che serve a Maselli, brava ad infilare un corridoio perfetto per Cavallini; Il centravanti con maestria trova l’angolazione giusta ed ottiene lo 0-1; Al 14’ un’altra bella azione della Fortitudo passa da i piedi di Peretti, Cavallini e Maselli; quest’ultima da buona posizione prova il tiro a giro ma risulta troppo telefonato e Selmi blocca; al 20’ non viene fischiato un fuorigioco al Meda, ne consegue un cross dalla destra che pesca sulla sinistra la smarcatissima Buttò, controllo e pallonetto sopra la traversa; al 27’ ancora Signori sradica un pallone, serve Peretti che dribbla la diretta avversaria e poi crossa al centro per la Cavallini che però mette di poco sopra alla traversa; al 30’ altra bella azione sulla sinistra della Maselli che crossa al centro dove una sopraggiungente Rizzi anticipa l’avversaria ma non si accorge di avere il pallone in mezzo ai piedi e l’occasione sfuma; al 33’ Maselli tarda il passaggio per lo sganciamento della Sossella e la Fortitudo subisce un contropiede micidiale che Caffara e Begnoni tamponano in qualche modo; al 36’ Peretti fornisce una buona palla alla Cavallini che gira sulla Rizzi ed ancora sulla Peretti ma il tiro dal limite è un po’ troppo prevedibile; al 39’ Caffara si atarda in area nella giocata e regala una palla alla Dubini che per fortuna spara addosso alla Begnoni; al 43’ una gigantesca Faccioli anticipa l’avversaria, si fa 40 metri di campo, gioca per Peretti che si beve l’ultima avversaria e poi a tu per tu con il portiere appoggia l’assist sulla Cavallini che deposita comodamente in rete lo 0-2; il finale di tempo è contraddistinto da una serie infinita di corner pro-Meda senza esito;
Al 46’ l’arbitro regala una punizione al Meda, il conseguente tiro in porta svirgolato diventa un assist per la Tchetchova che mette sull’esterno da sotto misura; al 52’ Cavallini mette in movimento sulla fascia sinistra Maselli che dopo una cavalcata arriva fin dentro all’area e spara di poco fuori senza vedere la sopraggiungente Rasetti dalla parte opposta; al 58’ Signori recupera l’ennesima palla, da a Cavallini, appoggio indietro per Peretti e taglio sulla Maselli che si fa altri 30 metri di campo ma serve al centro la palla per Rasetti con un attimo di ritardo; al 72’ bagliore del Meda; l’ottimo capitano Fusi avanza fino quasi al limite senza ricevere opposizione e spara un sinistro che si infrange sul palo, sulla respinta arriva De Luca che spara in porta ma Begnoni di piede sventa la minaccia; al 77’ corner della Maselli che Cavallini incredibilmente mette fuori da pochi metri dalla linea; al 82’ una svirgolata della Faccioli crea un momento di pericolo ma Begnoni rientrando in porta blocca la palla; la partita si è portata al termine con una Fortitudo brava nel controllare i vari tentativi del Meda.
Il Campionato prevede ora tre settimane di stop per le vacanze di Natale, ma dovranno essere tre settimane di intenso lavoro per assorbire sempre di più le direttive del nuovo tecnico Pignatelli e per dar modo allo stesso di conoscere meglio il gruppo che ha a disposizione. La prossima gara (11 Gennaio 2015 alle 14.30) vedrà arrivare al comunale di San Zeno per l’ultima di andata la bestia nera del Tradate, l’anno scorso capace di mettere ko la Fortitudo sia all’andata che al ritorno.
La Fortitudo augura a tutti un buon Natale ed un felicissimo anno nuovo e vi aspetta domani sera alle ore 19.45 per la cena degli auguri a Cavriana (Mantova), in via Madonna della Porta, 5
AL VOLANTE: “Caro amico ti scrivo, così mi distraggo un po’. E poi ti saluto per sempre”.