Un’altra conferma importante per il ChievoVerona Women per la prossima stagione di Serie B.
Sara Tardini, tassello fondamentale della rosa a disposizione di mister Dalla Pozza, continuerà a vestire la maglia gialloblù.
La giocatrice emiliana, faro della mediana clivense, ha rinnovato il proprio contratto fino a giugno 2021.
“Non ho dovuto pensarci molto prima di decidere di continuare col Chievo – ha dichiarato la Tardini a margine della firma. Quando sono arrivata l’anno scorso ho trovato un gruppo bellissimo e sono certa che nell’arco di una stagione sia una delle cose più importanti. Ci tengo molto a questa squadra e spero di riuscire a dare un contributo importante“.

Un apporto che non è di certo passato inosservato nel corso della prima annata con il club con sede a Mozzecane. Sia perché non c’è stata una sola gara di campionato in cui fra le maglie gialloblù non figurava anche la sua numero 25, sia perché la sua chioma bionda ha ispirato la maggior parte delle azioni offensive gialloblù.
Affidabilità, creatività, intelligenza tattica, sono le tre doti che hanno reso sin da subito la Tardini inamovibile per la formazione gialloblù e irrinunciabile per i meccanismi del centrocampo clivense.
Nata come mezz’ala sinistra abile nell’inserimento e con un’affinità speciale con il gol, la calciatrice ha dimostrato negli ultimi anni tutta la sua versatilità accettando di arretrare il proprio raggio di azione e mettersi più al servizio della squadra.
Come vertice basso della mediana ha garantito equilibrio, ma si è fatta soprattutto apprezzare per le abilità in fase di impostazione.
Un nuovo abito che sembra cucito addosso alla classe 1996 e che non disdegna affatto: “Al Sassuolo (club con cui ha esordito in A, ndr)  giocavo un più avanzata, quindi mi era un po’ più facile segnare, ma devo ammettere che in questa nuova posizione, un po’più arretrata, adesso mi diverto molto“.

Tutti motivi per cui il Chievo Women ha deciso di affidare le chiavi del gioco a Sara Tardini anche nella prossima stagione.
Un nuovo percorso le cui premesse sono ottime, come spiega la stessa giocatrice: “A mio avviso abbiamo tutte le potenzialità per fare molto bene, il mercato ci ha portato un bel mix di esperienza e gioventù. Penso che la chiave sia divertirsi sempre, solo il campo poi dirà per cosa possiamo competere”.
La centrocampista stessa è l’emblema del connubio fra freschezza giovanile e un bagaglio calcistico di alto livello già alle spalle.
Nonostante i suoi 24 anni, infatti, la Tardini ha già collezionato 88 presenze  e 19 gol in Serie B, un campionato che oltre a conoscere bene ha già vinto nel 2016/2017 con la maglia del Sassuolo. E proprio con i neroverdi, oltre al titolo in cadetteria, ha conquistato anche una salvezza nella stagione da titolare disputata in Serie A.

Una garanzia per il ChievoVerona Women per puntare nuovi ambiziosi obiettivi.
Fra quelli della calciatrice c’è anche quello di esordire con la maglia azzurra della Nazionale maggiore, un sogno che la Tardini ha più volte sfiorato. Sono state molteplici, infatti, le convocazioni da parte della ct Milena Bertolini, finora però senza mai scendere in campo.
Ma la numero 25 non è una che si arrende, come traspare dalle sue parole: “Per quanto riguarda la maglia azzurra, mi piacerebbe tanto tornarci, non è facile ma ci penso e mi sento sicuramente più pronta di prima“.
Un’eventuale occasione che passerà inevitabilmente dalle prestazioni con i colori del Chievo, che difenderà ancora per una anno. Pronta a fare schermo, sempre lì, davanti alla difesa e a essere ancora il cervello e la garanzia del centrocampo gialloblù.

 

Ufficio Stampa – ChievoVerona Women F.M.

Facebook: Chievo Verona Women F.M. 
Instagram: chievoveronawomenfm
Twitter: @ChievoWomen