Chievo Verona Valpo – Fortitudo Mozzecane 4-0

Fortitudo Mozzecane: Perina, Bonfante, Bottigliero A., Menegazzi, Schenato, Adami, Leon (6’st Scarcelli), Rebecchi (29′ Malvezzi), Mele (20’st Bonotto), Croin (12′ Marcomini), Bottigliero S.

A disposizione: Ferrarini, Scarcelli, Malvezzi, Marcomini, Bonotto.

Valpo: Sargenti, Maffei, Olivini, Rizzioli, Tunoaia, Zappa, Lonati (24’st, Volpato), Cigolini ( 20’st Mombelli), Marchiori (37’st Spano) Zoppi (18’st Filipponi), Micheli.

A disposizione: Sesti, Spano, Mombelli, Zanardo, Filipponi, Cabrini, Volpato.

 

Penultimo appuntamento con la Coppa Veneto, per la Primavera fortitudina, scesa in campo contro il ChievoVerona per giocarsi un ultimo derby stagionale.

La partita non prende la strada sperata, al 7′ iniziano subito i guai per la Fortitudo, che perde palla in difesa al limite. Il Valpo serve Zoppi, smarcata sull’esterno, che tira incrociato rasoterra sbloccando in risultato. La nostra Primavera reagisce subito, però, con un buon lancio in profondità per Croin. La nostra punta guadagna la linea di fondo e appoggia per Bonfante che crossa in mezzo per Mele, il colpo di testa è insidioso ma da posizione di fuorigioco. Al 14′, ancora difficoltà nelle retrovie, e il Valpo ne approfitta per il raddoppio firmato da Cigolini, che dopo una serie di ribattute poco convinte della nostra difesa riceve palla in area, si gira e calcia a botta sicura in porta. E’ il momento più complicato del match, per la Fortitudo, perché non passa nemmeno un minuto e le locali trovano subito il 3-0: su un lancio sulla fascia sinistra il nostro terzino si lascia ingenuamente tagliare fuori da Micheli, che può così puntare la porta e tirare spiazzando Perina. Niente è ancora perduto, la Fortitudo non si arrende e poco dopo la mezzora spreca una bella occasione con Mele, che pescata in profondità a tu per tu con il portiere non riesce ad indirizzare bene il tiro e calcia contro l’estremo difensore.

 

Nel secondo tempo il Valpo abbassa la pressione in attacco, ma la Fortitudo fatica comunque a creare azioni pericolose per andare al tiro. La partita si gioca soprattutto a centrocampo, dove non si risparmiano colpi e anche qualche fallo dettato dal nervosismo. Al 21′, però, il Valpo torna in gol con Filipponi, che servita sulla fascia parte in contropiede e calcia angolato tagliando fuori Perina. Il tabellino si chiude così, la Fortitudo, un po’ scoraggiata, cede campo al Valpo, che torna a farsi pericoloso con uno stacco di testa su cross su cui però vola Perina e respinge. Alla fine, c’è spazio per un’ultima occasione per la Fortitudo, con Marcomini che smista bene palla in area per Melvezzi, tiro di collo potente ma che vola sopra il palo della traversa.

Partita difficile, contro un avversario risaputamente tosto e in ottima forma. Le fortitudine hanno concesso un po’ troppo alle avversarie, senza trovare la giusta incisività nelle occasioni di attacco, che pure sono state buone.

Ora, appuntamento all’ultima gara della stagione, sabato prossimo in casa Fortitudo contro il Padova.

 

Francesca Castagna
Ph. Pierangelo Gatto
Copyright © Tutti i diritti riservati