FORTITUDO – VICENZA A = 3 – 1

Marcatori: 29′ Caneo (rig.), 65′ Venturini, 76′ De Vincenzi

FORTITUDO MOZZECANE: Perina, Venturelli, Negrin (De Vincenzi), Magalini, Costantini, Zanardi, Voltolini, Signori (Savioli), Caneo (Piazza), Venturini, Tinelli (Terrazzani).

Allenatore: Pignatelli

VICENZA A: Dalla Via, Brugnolo, Bertoncello, Li Destri, Toniollo, Pegoraro, Pomi, Maddalena, Toldo, Chiurato, Magnago.

A disp: Fusato, Mastrandrea, Ambrosini

Allenatore: Dal Bello

La Fortitudo torna a giocare in campionato, dopo alcune partite rinviate e purtroppo dopo anche la gara non disputata contro la formazione del Vicenza B, per la rinuncia all’ultimo momento di quest’ultima.

Le ragazze vincono e guadagnano tre punti meritati sul campo di via Mediana gentilmente concesso dalla società A.C. Mozzecane.

Le Primaverine partono subito forte, cercano di portarsi nella metà campo avversaria con insistenza, ma non sono abili nello sfruttare al meglio le occasioni create nei primi minuti.

L’episodio che sblocca la partita accade al 29′; Signori viene atterrata in area e l’arbitro decreta il calcio di rigore che Caneo si incarica di battere e dal dischetto trasforma per l’1-0 gialloblù.

Il risultato viene ben gestito e le due formazioni vanno negli spogliatoi con le locali in vantaggio di una rete sulle cugine vicentine.

Nella seconda frazione di gioco la Fortitudo al 65′ raddoppia con Venturini che deposita in rete un pallone che la difesa ospite non riesce a spazzare dall’interno della sua area.

Infine al 76′ è De Vincenzi che chiude definitivamente la partita con una veloce incursione, conclusa con un potente tiro dal limite che sigla il 3-0.

Nei minuti finali il Vicenza accorcia le distanze grazie a una disattenzione tra un difensore e il portiere.

Questa vittoria da morale alla squadra, anche se il campionato sta volgendo al termine,  perchè una vittoria è sempre importante.

Il prossimo incontro si svolgerà mercoledì 25, sempre sullo stesso campo, dove la Fortitudo affronterà le altoatesine del Brixen, per un’altra sfida che deve essere recuperata.

AL VOLANTE: “Caro amico ti scrivo, così mi distraggo un po’ e poi ti saluto per sempre”.

 

Piazza Perla