FORTITUDO MOZZECANE- U.S ISERA=2-1

Fortitudo Mozzecane: Perina, Rebecchi, Adami F., Bonfante, Malvezzi, Magalini (capitano), Menegazzi, Bottigliero S., Tinelli, Bottigliero A. (56 Zoetti), Scarcelli (55° Malaghini).

A disposizione: Valenza, Mazzi, Zoetti, Malaghini, Adami G., Zanini.

U.S Isera: Niosi, Casagranda, Ziliani, Planchestainer (capitato), Torboli, Maffei, Chemotti, Trevisan, Frisanco (72° Renadda), Bertolini, Bertucci.

A disposizione: Bisoffi, Tovazzi, Pedrotti, Renadda, Vianini.

Oggi la primavera della Fortitudo si scontra sul campo di casa contatto le ragazze dell’U.S Isera.

Buona la determinazione con cui le ragazze di casa scendono in campo tanto che, già dopo solo pochi minuti, riescono a creare un’azione da goal pericolosa. Le ragazze della Fortitudo non mollano e cercano di trovare il vantaggio che arriva in seguito ad un buono smarcamento in area di Tinelli che porta il risultato sull’ 1-0. Le avversarie cercano di rimediare allo svantaggio e mettono in difficoltà la difesa della Fortitudo con qualche palla alta e con un tiro che però colpisce la traversa. La Fortitudo, dopo essere partita in quarta, sembra in difficoltà nello creare azioni offensive particolarmente pericolose. Solo al 30° Tinelli prova a raddoppiare ma il tentativo fallisce grazie all’intervento del portiere. Sullo scadere del primo tempo le ragazze della Fortitudo hanno un altro paio di occasioni ma il risultato resta invariato. Il primo tempo termina sull’1-0.

Ottima ripresa della Fortitudo che dopo soli pochi minuti, grazie ad un calcio di punizione dritto in porta, Malvezzi porta la sua squadra a +2.

Calcio di punizione per le ragazze di Isera che, sfruttando della confusione in area, accorciano la distanza portando il risultato sul 2-1. La Fortitudo è costretta a stringere i denti perché deve terminare la partita in 10 a seguito di un espulsione. Gli ultimi minuti finali sono molto sofferti e le ragazze di casa faticano a giocare e le avversarie rischiano di pareggiare allo scadere dei 3 minuti di recupero. La partita termina con il risultato di 2-1 ma il raggiungimento del traguardo è stato molto faticoso.

Valentina Bindella