Castel d’Azzano – Fortitudo 3:0 (2:0 – 1:0 – 1:0)
Formazione: Sala (Giovannini) – Pelorosso (Pena) – De Bon – Iossa – Scarcelli – Venturelli – Morganella (Chiaramonte). All. Mulatti
Cronaca
Dopo la bella partita di sabato scorso, prova incolore delle ragazze della Fortitudo, peraltro piuttosto sfortunate in più di una occasione. Complice anche qualche assenza di troppo, la squadra oggi non si è espressa nel modo ottimale risultando più approssimativa e molto meno aggressiva di quanto siamo soliti vedere.
Nel primo tempo nessuna delle due squadre riesce ad esprimersi al meglio. L’equilibrio viene rotto solo da uno sfortunato quanto incredibile autogol; un minuto dopo, con le ragazze ancora con la testa al primo gol, i padroni di casa raddoppiano con un bel tiro dal limite e la palla che si insacca all’incrocio dei pali.
Nel secondo tempo l’equilibrio è ancora più palpabile, con le squadre incapaci di creare dei veri pericoli. Il gol arriva in modo assolutamente casuale con una deviazione di schiena del tutto fortuita su tiro da fuori area.
Terzo tempo fotocopia del secondo con la difesa che regala, su situazione di assoluta tranquillità, la palla del vantaggio, e la traversa a negarci quello che sarebbe stato un meritato pareggio.
Peccato perché ci si poteva attendere sicuramente molto di più, soprattutto dal punto di vista del gioco di squadra.

 

Giuseppe Boni