Non c’è nemmeno il tempo di godersi la prima vittoria stagione tra le mura amiche per il Chievo Women. Si torna già in campo per il recupero della quinta giornata di Serie B in trasferta contro l’Orobica Calcio Bergamo.

PRIMO TEMPO: Dopo una prima fase di studio al 7′ arriva la prima occasione per l’Orobica. Palla per Foti, che prova la conclusione, che però si perde di poco sul fondo.

Vantaggio Orobica – Al 13′ passano in vantaggio le lombarde. Palla messa in mezza da calcio d’angolo che trova Hilaj praticamente da sola davanti la porta. Per il difensore è un gioco da ragazzi infilare la sfera in fondo al sacco, portando le locali in vantaggio.

Raddoppio bergamasco – Uno-due che taglia le gambe alle ragazze gialloblù. A soli tre minuti dall’1-0, l’Orobica raddoppia. Punizione dal limite e gol di Zigic.

In questa fase del match le ragazze di Dalla Pozza subiscono il contraccolpo psicologico e probabilmente anche le fatiche dell’ultima gara con il Perugia, giocata su un campo inzuppato e molto pesante. Tanti errori individuali, suggerimenti e disimpegni poco precisi e poca energia nel recupero palla.

Tris dell’Orobica – Il club bergamasco trova anche il terzo gol.Traversone in mezzo dalla sinistra che attraversa tutta l’area di rigore e finisce sul palo. Antolini è più lesta di tutti ad arrivare sul pallone per il tap-in vincente. Parziale pesante: 3-0 per i padroni di casa.

Un Chievo così sembra troppo brutto per essere vero e alla distanza la formazione veronese viene fuori, creando una serie di opportunità con cui prova ad accorciare le misure.
Alla mezz’ora il team gialloblù effettua il primo tiro vero e proprio verso la porta difesa da Nardi e rischia di andare in gol. Peretti viene imbeccata con un lancio in profondità, la numero 7 prova il tocco sotto ma non riesce a soprendere il portiere. Prima ma importante occasione da gol per le gialloblù.

E’ ancora l’attaccante gialloblù a dare la carica alle compagne. Al 36′ Peretti si mette in proprio, salta un’avversaria e tira verso la rete; sulla respinta di Nardi arriva ancora la bandiera gialloblù che con una finta evita nuovamente la marcatrice e conclude. Ma Nardi è dice ancora di no alla giocatrice clivense.
I gialloblù prendono sempre più fiducia e al 40′ sfiorano nuovamente il gol con Tardini: bordata potente e precisa dalla distanza che sfiora il palo.
Nulla di fatto, però, si va negli spogliatoi con il risultato di 3-0.

SECONDO TEMPO

Nel secondo tempo mister Dalla Pozza si affida anche alla forza e alla freschezza di Salimbeni ed è proprio la centrocampista che si invola sulla fascia destra e serve un ottimo pallo in mezzo per Dallagiacoma, che impatta di prima intenzione e manca di pochissimo lo specchio.
Chievo che è tornato in campo con un altro piglio e lo dimostra anche al 17′, quando uno scambio fra Dallagiacoma e Martani a limite dell’area porta quest’ultima alla conclusione, ma Nardi blocca ancora.
I gialloblù sono tatticamente più ordinati anche grazie all’ingresso di Eleonora Prost in mezzo al campo e cominciano a macinare gioco alla ricerca di un gol che, per quanto mostrato negli ultimi minuti del primo tempo e nella ripresa, sarebbe più che meritato.

Ci prova dalla distanza in più di un’occasione Tardini, fra le più attive, ma senza trovare fortuna. Proprio come Bonfante poco dopo, conclusione alta. Botti prova un paio di squilli sulla fascia, ma nell’ultimo quarto d’ora alle gialloblù manca sempre l’ultimo passaggio e non riescono a centrare il gol della bandiera.

In terra bergamasca finisce 3-0, con i padroni di casa che chiudono i giochi già nel primo tempo. Tardiva la reazione del Chievo che paga alcuni errori individuali nella prima mezz’ora e un approccio troppo molle all’incontro che è risultato decisivo in negativo per il risultato finale.
Le ragazze gialloblù dovranno ricaricare le pile e non disunirsi, ricordando quanto di buono mostrato nelle partite precedenti perchè già domenica si torna in campo.
Il Chievo sarà infatti di scena ancora in trasferta, questa volta per il derby veneto contro il Vicenza. Un’ottima occasione per la squadra scaligera per mettere in campo tutta la voglia di riscatto che avranno maturato dopo questi sfortunati 90′ e dimostrare che quella di stasera è stata solo una semplice battuta d’arresto.

Il tabellino della gara

CHIEVO WOMEN (0): Magalini; Carleschi (36′ Bonfante), Tunoaia, Zanoletti, Mele; Tardini, Bertolotti (56′ Prost), Carraro (46′ Salimbeni); Dallagiacoma, Martani, Peretti (61′ Botti).

Orobica Calcio Bergamo (3): Nardi; Visani(85′ Crippa), Hilaj, Salvi, Magni; De Vecchis, Poeta, Zigic; Mandelli (66′ Kalasic), Antolini(85′ Galimberti), Foti (54′ Galli).

Marcatori: 13′ Hilaj, 16′ Zigic, 24′ Antolini

Ammoniti:

 

Ufficio Stampa – ChievoVerona Women F.M.

Facebook: Chievo Verona Women F.M. 
Instagram: chievoveronawomenfm
Twitter: @ChievoWomen
YouTube: Chievo Verona Women F.M.