Ciao Anna intanto grazie mille per aver accettato di fare questa intervista!!

Ciao, grazie a te…voi…

Per conoscerti meglio raccontaci la tua storia calcistica da quando hai iniziato e le squadre dove hai poi militato?

Ho iniziato a giocare quando avevo 6 anni, giocavo spesso con mio papà e i miei amici, poi un giorno a scuola è arrivato un volantino con disegnato dei bambini che giocavano a calcio quindi l’ho portato a casa decisa a convincere i miei genitori a portarmi al campo e dopo aver cercato di farmi cambiare idea facendomi provare altri sport, l’ho avuta vinta e si sono decisi a farmi provare. Da quel giorno non ho mai avuto dubbi su quale sport facesse per me. Ho iniziato quindi nei pulcini del Nogara, società maschile del mio paese e sono rimasta fino agli esordienti, poi all’età di 12 anni il Foroni Verona mi ha chiesto di andare a giocare con loro e sono andata, sono rimasta fino all’età di 14 anni perché la società è fallita così sono arrivata alla Fortitudo Mozzecane dove ho iniziato nella categoria primavera ma mi hanno spostata subito in prima squadra, con la quale qualche anno dopo ho vinto il campionato di serie B. Sono rimasta alla Fortitudo per 4/5 anni dopo i quali ho fatto un anno di pausa per motivi lavorativi e forse anche per il semplice bisogno di staccare. Mi sono riavvicinata al calcio scendendo di categoria per ritrovare il piacere di giocare in modo un po’ meno impegnativo, andando al Roverbella dove sono rimasta 2 anni, per poi risalire in serie B col Real Bardolino (2 anni) prima di tornare alla Fortitudo quest’anno.

Sei tornata a Mozzecane dopo qualche anno di pausa appunto…come hai ritrovato l’ambiente rispetto a quando te ne eri andata?

Alcune persone della società sono cambiate ma credo che la mentalità sia rimasta, mi ricordavo un bell’ambiente e l’ho ritrovato… 🙂

Qual è il tuo ruolo in campo?

Sono sempre stata centrocampista e mi sento centrocampista, ma da un mese mi hanno spostata in fascia…c’è sempre da imparare!

Hai ragione.. 😉 Dopo le dimissioni di mister Padovani è subentrato Pignatelli…come ti trovi col nuovo allenatore?

Dispiaciuta delle dimissioni di Mister Padovani, mi ha cresciuta molto sia tecnicamente che mentalmente. Con mister Pignatelli mi trovo bene, è subentrato da poco però mi sembra una persona decisa che sa quello che vuole, che sa come rapportarsi con noi.

Nell’ultima partita avete battuto il Tradate 2-1 e nella prossima dovrete affrontare sempre in casa il Sudtirol primo in classifica…che partita ti aspetti?

Si, è stata una vittoria di cui avevamo bisogno non solo per la classifica ma soprattutto per l’umore, per quanto riguarda la prossima mi aspetto una partita combattuta, sia fisicamente che tecnicamente, loro sono molto brave ma noi non siamo da meno, vengono in casa nostra e noi come sempre entreremo in campo per vincere.

Ben detto!! Oltre al calcio quali hobbies hai?

Negli ultimi anni mi hanno fatto apprezzare molto il tennis…

Cambiando argomento parlaci un po’ del tuo lavoro che siamo curiosi 🙂

Lavoro in un negozio di telefonia, come commessa e impiegata, vuoi il CV visto che sono a tempo determinato? 🙂

ahahah.. Ti ringraziamo per aver risposto alle nostre domande e ti facciamo un grosso in bocca al lupo per tutto!!

Grazie a voi.. Crepi il lupo!!

 

Deila Boni