H&D Chievo Women

logo h&d chievo women

 

L’H&D Chievo Women fa la storia e ottiene un meritatissimo primo successo nel derby contro l’Hellas Verona, valido per la ventisettesima giornata di serie b. La squadra di Ulderici domina in lungo e in largo nei primi quarantacinque minuti, esibendo una prestazione completa arricchita da azioni spettacolari tutte eseguite in velocità e con grande precisione; nel secondo tempo gestisce il possesso e non permette alle avversarie di riaprire la partita. Il Chievo reagisce così ad un periodo abbastanza complicato dopo avere raccolto un punto nelle ultime tre partite e riacciuffa il quinto posto in graduatoria.

PRIMO TEMPO

L’Hellas prova a partire forte e nei primi due minuti si guadagna un paio di calci d’angolo. La partita è fin da subito intensa con un tasso di agonismo elevato e tanti contrasti, l’H&D Chievo Women alla prima azione si rende pericoloso e sfiora il vantaggio: da una palla contesa a centrocampo Ketis trova un corridoio centrale per Merli che allunga per Landa, la numero 9 anticipa Meneghini e si invola verso la porta ma il tiro di sinistro non è abbastanza potente per impensierire il portiere avversario. Il Chievo cresce e inizia a riversarsi con continuità nella metà campo dell’Hellas, arriva un’altra ottima costruzione delle clivensi con tocchi rapidi fra Pizzolato Picchi che liberano Merli al tiro che termina alto. Gli sforzi delle ragazze di Ulderici vengono premiati all’undicesimo minuto: l’azione parte da uno scambio fra Begal Saggion sulla fascia destra con quest’ultima che lancia Picchi in profondità anticipata da Ledri che però sbaglia il retropassaggio regalando palla a Landa che è abile a saltare il portiere e depositare in rete il suo 14esimo centro stagionale. L’H&D Chievo Women non si ferma e continua nella sua esibizione calcistica, un vero piacere per gli occhi: Picchi lavora bene spalle alla porta a metà campo, appoggia per Marengoni che apre sull’out di sinistra per Landa, la quale effettua un cross che arriva a Picchi che di testa impatta debolmente. In mezzo al dominio del Chievo prova a farsi vedere anche l’Hellas con una bella azione di Rognoni conclusa da un tiro violento su cui Soggiu è miracolosa, pochi istanti dopo è ancora Rognoni protagonista con un bel dribbling su Saggion ma trova un’attenta Soggiu. L’Hellas prova a guadagnare metri ma proprio in questo momento l’H&D Chievo Women trova il raddoppio che sembra indirizzare la gara: Landa batte velocemente una rimessa laterale a centrocampo, Begal accelera e serve Picchi in area che, defilata sulla sinistra, trova l’opposizione di Shore, sulla ribattuta si avventa Begal ma Shore è ancora attenta, la palla rimane vagante in area e arriva Merli che viene sgambettata da dietro da Mancuso, ammonizione e calcio di rigore. Landa non trema dal dischetto e spiazza il portiere avversario per il 2 a 0 e la personale doppietta. La squadra di Ulderici è in totale controllo della partita e sciorina grande calcio con armonia e fluidità nei movimenti: dall’ennesima egregia difesa della palla da parte di Picchi, prestazione a tutto campo di grande sapienza calcistica per la capitana, nasce un’altra azione pericolosa con Begal che cavalca fino al limite dell’area e serve d’esterno Marengoni, il tiro della numero 43 viene respinto in calcio d’angolo. Alla mezz’ora avviene l’episodio che regala ulteriore tranquillità al Chievo: l’Hellas rimane in dieci per l’espulsione di Mancuso per somma di ammonizioni dopo un fallo da dietro su Picchi. Le clivensi continuano a bussare alla porta difesa da Shore costruendo dal basso con precisione: Barro Micciarelli non sbagliano nulla in difesa e fanno partire l’azione trovando corridoi interessanti. Il Chievo non interrompe la propria trama offensiva e colpisce la traversa con Pizzolato dopo una grande azione: Ketis recupera il pallone e serve Landa che va da Saggion, l’esterna vince un rimpallo e passa a Begal che va al cross basso, Marengoni non impatta e la palla arriva a Pizzolato che prova il tiro a giro venendo fermata solo dal legno. Al tramonto della prima frazione l’H&D Chievo Women imbastisce un’azione che è pura arte in movimento: tutto incomincia da un rinvio di Soggiu che trova libera sulla sinistra Pizzolato, la quale fa partire un doppio scambio con Marengoni e si accentra danzando sul pallone, viene servita Begal che fugge in velocità alla propria marcatrice arrivando sul fondo e mettendo in mezzo un pallone basso sul quale si avventa Picchi che prova un colpo di tacco volante non trovando però il pallone. I primi 45 minuti si chiudono sul 2 a 0 per il Chievo e ci raccontano di un dominio incontrastato della squadra di Ulderici.

SECONDO TEMPO

Nel secondo tempo i ritmi, frenetici nella prima frazione, si abbassano fisiologicamente e il Chievo sembra in controllo anche se l’Hellas prova generosamente a riaprire la gara alzando il baricentro. Ma Soggiu non deve compiere parate anche grazie ad un paio di interventi perfetti di Micciarelli in versione muro insuperabile, uno dei quali rischioso in scivolata appena dentro l’area. Le emozioni adesso latitano e i pochi pericoli li crea sempre l’H&D Chievo Women: Pizzolato si esibisce in un coast to coast e le viene murata la conclusione, poco dopo un cross di Landa viene deviato dalla difesa dell’Hellas che sfiora l’autogol, ancora una volta è attenta Shore che mette in angolo. Dal tiro dalla bandierina nascono una serie di rimpalli al termine dei quali Begal segna ma viene pescata in posizione di fuorigioco. Nei minuti finali le squadre si allungano e si registrano gli ultimi brividi con un’occasione per parte: Soggiu si disimpegna ancora bene su un tiro di Ledri, mentre per il Chievo la neo entrata Poli coglie il secondo legno di giornata a tu per tu con il portiere avversario dopo un lancio illuminante di Montemezzo. Finisce così 2 a 0 per l’H&D Chievo Women il derby e le gialloblù tornano al quinto posto in classifica a quota 46 punti, a pari merito con l’Hellas.

 

Dunque ritorna agli standard a cui ci aveva abituato la squadra di Ulderici dopo qualche settimana non semplice. Oggi è funzionato tutto alla perfezione ed è stata una recita costellata da un calcio spumeggiante e moderno. Nel secondo tempo le gialloblù hanno dimostrato anche grande maturità nella gestione del doppio vantaggio e dei momenti in cui l’Hellas provava a tornare in partita. Nella prima frazione abbiamo ammirato l’armonia e la coralità dei movimenti di questa squadra: il Chievo si prende dei rischi palleggiando dal basso ma tutte le giocatrici sanno cosa fare e si aiutano a vicenda mandando fuori giri la pressione avversaria. Oltre alle solite Picchi e Landa oggi ci sono da sottolineare le prove anche di Merli ( ha recuperato un numero industriale di palloni, abbinando qualità e quantità ), di Barro Micciarelli che sono state perfette nelle letture difensive e precise nell’impostazione delle azioni. Ma in generale è stata una prova degna di nota per tutte le ragazze di Ulderici che riagguantano il quinto posto e festeggiano il primo derby vinto nella storia per l’H&D Chievo Women.

MVP

SERENA LANDA: oggi andrebbe premiata tutta la squadra ma evidenziamo un’altra volta la prova della classe 2001 che decide con una doppietta il derby e sale a quota 15 nella classifica marcatori. Si muove molto lungo tutto il fronte d’attacco e non dà punti di riferimento: alla prima occasione scalda il piede, alla seconda non perdona. Il rigore lo batte in maniera impeccabile e i suoi traversoni sono sempre insidiosi. Negli ultimi due mesi sembra avere cambiato marcia e trascina le sue compagne verso uno storico successo. Cecchina.

TABELLINO 

HELLAS VERONA WOMEN – H&D CHIEVO WOMEN 0-2

11′ pt Landa, 26′ pt Landa

FORMAZIONI

HELLAS VERONA: Shore; Ledri; Meneghini; Sardu; Sondergaard; Peretti; Rognoni; Requirez; Mancuso; Zanni; Dallagiacoma.

A disposizione: Valzolgher; Lotti; Bursi; Datres; Totolo; Veronese; Mariani; Kiamou; Corsi.

Allenatore: Pachera Matteo

CHIEVO: Soggiu; Micciarelli; Saggion; Ketis; Merli; Landa; Pizzolato; Begal; Picchi; Barro; Marengoni.

A disposizione: Polonio; Congia; Tonelli; Poli; Montemezzo; Peddio; Pasquali; Rosolen; Trevisan.

Allenatore: Ulderici Fabio

Arbitro: David Kovacevic di Arco Riva

Assistenti: Yoan Battan; Ion Rusu.