H&D Chievo Women

logo h&d chievo women

 

 

Impresa dell’H&D Chievo Women che batte 1 a 0 il Parma nella ventinovesima giornata di serie b e si rilancia in classifica dopo il rocambolesco pareggio contro la Res Roma. Serviva una grande partita alla squadra di Ulderici per conquistare dei punti contro la seconda della graduatoria e così è stato: gara di sofferenza nel primo tempo, di protagonismo nel secondo. Il Parma veniva da 11 vittorie di fila ( striscia più lunga di sempre e record storico nella serie b femminile ) avendo il quarto miglior attacco e la seconda miglior difesa del campionato dietro solo alla capolista Lazio.

 

PRIMO TEMPO

Il Parma controlla le operazioni e prova a schiacciare il Chievo, la squadra di Ulderici non attua la solita pressione aggressiva e si difende bassa. L’H&D Chievo Women fatica ad uscire dalla propria metà campo e commette tanti errori di misura inusuali nei passaggi, ma le gialloblù sono molto ordinate e respingono tutte le minacce; inizialmente è Montemezzo che svolge i compiti di regia con Ketis leggermente defilata sulla destra e Marengoni che agisce più alta a sinistra davanti a Pizzolato. Le padrone di casa tengono il pallone in maniera disinvolta e attuano una fitta trama di passaggi, senza però mai riuscire a rendersi realmente pericolose e Soggiu non deve effettuare parate; le ducali effettuano tanti traversoni ma Barro e compagne fanno sempre buona guardia.  Il ritmo è gradevole però latitano le emozioni, il Parma sbatte contro l’organizzazione del Chievo e non riesce a creare nitide occasioni: la più attiva fra le emiliane è Gago che con la sua fisicità crea problemi alla retroguardia clivense e non va lontana dallo specchio della porta con un bel colpo di testa. A pochi minuti dalla fine del primo tempo Ulderici apporta una variazione tattica e sposta Marengoni sulla fascia destra; pochi istanti dopo questo cambiamento arriva la più clamorosa occasione della prima frazione di gioco ed è di marca gialloblù: il pallone arriva a Picchi che, poco fuori l’area di rigore avversaria, trova un’imbucata visionaria per l’inserimento di Begal che, sola davanti al portiere, si fa respingere il tiro. L’H&D Chievo Women cresce nei minuti finali e fino a questo momento è da sottolineare la prova di Pizzolato, meno precisa del consueto nei passaggi ma un muro insuperabile in difesa con tanti interventi puliti ad anticipare le attaccanti del Parma e riuscendo a contenere l’esplosività di Gago.

SECONDO TEMPO

La squadra di Ulderici riparte con più coraggio nella seconda frazione e il Parma sembra avere esaurito la spinta propulsiva di inizio partita. Marengoni ritorna nella sua posizione naturale a sinistra, Ketis si mette in mezzo ad impostare con Montemezzo che avanza il proprio raggio di azione andando a giocare appena dietro a Landa e Picchi.  Inizia a lievitare il gioco delle gialloblù e Landa si rende protagonista di due tiri insidiosi, poco dopo arriva la prima vera azione con palla a terra del Chievo: Micciarelli riconquista la sfera e si disimpegna in una discesa che la porta fino al limite dell’area avversaria dove si disegnano triangoli veloci con Picchi e Begal, la palla viene recapitata a Marengoni la cui conclusione è debole. Al settantatresimo arriva il vantaggio dell’H&D Chievo Women: costruzione dal basso perfetta delle ragazze di Ulderici che mandano fuori giri il pressing del Parma trovando ampi spazi in campo aperto. L’azione parte dai piedi di Soggiu che innesca Ketis, si passa per Micciarelli che trova Begal, la numero 17 è abilissima con una finta di corpo a lasciare sul posto la propria marcatrice e a trovare libera Landa sul cerchio di centrocampo, la classe 2001 cavalca nelle praterie lasciate indifese dalle avversarie arrivando al limite dell’area di rigore e aprendo sulla sinistra per Marengoni che controlla e mette in mezzo un pallone perfetto solo da spingere in porta per Picchi. La capitana arriva così a 18 gol stagionali e corona una prestazione di sacrificio dove si è resa utile con numerosi ripiegamenti difensivi. Il Parma sembra un po’ essere uscito mentalmente dalla partita e il Chievo prova ad approfittarne sfiorando il raddoppio: scippo di Picchi che lancia Landa defilata sulla sinistra, da buona posizione dentro l’area la numero 9 spara alto. Nei dieci minuti finali il Parma torna a farsi vedere in avanti alla ricerca del pareggio: Gago colpisce la traversa dopo avere anticipato Soggiu con una girata di testa, sull’azione successiva viene annullato un gol alle padrone di casa per un fallo su Micciarelli. Ad un minuto dalla fine il direttore di gara assegna un calcio di rigore al Parma dopo un contrasto fra Micciarelli e Gago, sul dischetto si presenta Di Luzio che angola la conclusione alla sinistra di Soggiu ma non trova la giusta potenza e la portiera è bravissima ad intuire e parare il rigore mettendo la propria firma su questi tre punti. Nei cinque minuti di recupero il Parma non riesce a creare ulteriori pericoli e il Chievo ritorna alla vittoria tenendo aperta fino all’ultima giornata la corsa per il quinto posto.

Impresa clamorosa dell’H&D Chievo Women che espugna il campo della seconda in classifica ( ora terza ) e torna a sorridere dopo il suicidio sportivo della settimana scorsa contro la Res. Ulderici ha preparato alla perfezione la partita conoscendo la forza delle avversarie: primo tempo giocato con un baricentro molto basso ma comunque concedendo poco al Parma e anzi avendo la clamorosa occasione con Begal per portarsi in vantaggio; tutte le ragazze si sono sacrificate e hanno interpretato la gara con grande abnegazione. Nella seconda frazione di gioco la qualità della manovra lievita e le gialloblù iniziano a gestire di più il pallone togliendo il predominio alle più quotate avversarie. L’azione del gol è un manifesto del gioco di questa squadra: costruzione efficace dal basso per mandare fuori giri la pressione del Parma e movimenti coordinati e codificati che permettono alla manovra di acquistare velocità. Con questo risultato l’H&D Chievo Women rimane a due punti dall’Hellas con cui si giocherà il quinto posto negli ultimi emozionanti 90 minuti.

MVP

ROBERTA PICCHI e VALENTINA SOGGIU: impossibile non citare e premiare entrambe. La centravanti gioca la solita partita di sacrificio rendendosi utile anche in fase difensiva e sventando un paio di traversoni insidiosi, inventa per Begal nell’unica occasione del primo tempo. Nella seconda frazione trova il diciottesimo gol in questo campionato con la consueta freddezza sotto porta e serve Landa per il possibile 2 a 0. Soggiu è attenta in uscita, si disimpegna bene con i piedi trovando precise linee di passaggio e, soprattutto, nel finale para il calcio di rigore mettendo la propria firma sul risultato. Decisive tutte e due.

TABELLINO

PARMA- H&D CHIEVO WOMEN 0-1

28′ st Picchi

FORMAZIONI

PARMA: Capelletti; Peruzzo; Masu; Gago; Rizza; Nichele; Beil; Ambrosi; Ferin; Kongouli.

A disposizione: Frigotto; Corazzi; Nozzi; Perin; Williams; Silvioni; Di Luzio; Ploner; Distefano.

Allenatore: Colantuono Salvatore.

CHIEVO: Soggiu; Micciarelli; Saggion ( 17′ st Tonelli ); Ketis; Landa; Pizzolato; Montemezzo ( 40′ st Peddio ); Begal; Picchi; Barro; Marengoni.

A disposizione: Congia; Tonelli; Merli; Zannini; Polonio; Peddio; Pasquali; Rosolen; Trevisan.

Allenatore: Ulderici Fabio.

Arbitro: Alessandro Pizzi di Bergamo

Assistenti: Marco Infante; Giovanni Ruocco.