H&D Chievo Women

logo h&d chievo women

Pomeriggio folle allo stadio Olivieri dove si sono affrontate l’H&D Chievo Women e la Res Roma Femminile per la 28esima giornata di serie b. La squadra di Ulderici a venti minuti dalla fine era avanti per 3 a 0 e stava dominando, poi un calo improvviso rimette in partita la Res che ci crede fino in fondo e al centesimo minuto trova su rigore il gol dell’incredibile pareggio.

PRIMO TEMPO

L’H&D Chievo Women sfrutta l’onda emotiva positiva dopo la vittoria nel derby e si riversa fin dall’inizio nella metà campo avversaria. Dopo soli tre giri di orologio arriva il vantaggio clivense con una azione che ci racconta molto della modernità del calcio praticato dalle ragazze di Ulderici, un gioco fluido senza dare punti di riferimento alle squadre avversarie: Pizzolato Saggion stringono le loro posizioni venendo in mezzo al campo, la manovra avvolgente parte proprio da Pizzolato che verticalizza per Picchi, la quale appoggia per Saggion che apre per Merli sulla fascia destra, la numero 8 effettua un cross che viene raccolto da Picchi, la capitana anticipa tutti e deposita in rete stappando la partita. Dopo la rete il Chievo continua ad attaccare e gestisce il possesso, la Res è comunque aggressiva e ne esce una gara combattuta soprattutto a centrocampo ma la squadra romana nella prima frazione non riesce mai ad impensierire Soggiu. La prestazione di Ketis lievita col passare dei minuti e diventa un filtro importante riconquistando più volte la palla: in una di queste imbuca per Begal che viene anticipata in area da Maurilli per centimetri. L’H&D Chievo Women continua a spingere e va vicinissimo al raddoppio con Landa che, dopo il passaggio filtrante di Picchi, si presenta da sola davanti al portiere avversario ma il suo sinistro è troppo centrale e viene respinto. Alla mezz’ora la Res costruisce l’unica occasione del proprio primo tempo: Duchnowska si trova sola davanti a Soggiu ma disturbata da Micciarelli non riesce ad essere precisa e spedisce a lato. Il Chievo continua a costruire belle azioni in velocità ed è ancora Begal a mancare l’appuntamento con il gol per centimetri dopo un traversone sul secondo palo di Marengoni. Pochi istanti dopo arriva il meritato raddoppio: tutto nasce da una rimessa di Saggion sulla sinistra, la palla arriva in area a Landa che la protegge spalle alla porta e la restituisce alla compagna, Saggion mette un cross alto e Picchi fa la torre per Marengoni che di testa deposita alle spalle di Maurilli. I primi quarantacinque minuti si chiudono sul 2 a 0 per l’H&D Chievo Women che pare in totale controllo.

 

SECONDO TEMPO

Nella seconda frazione si abbassano leggermente i ritmi ma sono sempre le gialloblù a tenere il pallino del gioco e a creare i maggiori pericoli: dopo una grande azione sull’out di destra Saggion mette in mezzo e sul secondo palo si avventa sul pallone Marengoni che spedisce a lato. Da sottolineare il lavoro di Montemezzo, subentrata all’infortunata Merli, che è entrata bene e in modo propositivo disimpegnandosi anche in qualche elegante dribbling. Al ventiduesimo della ripresa il Chievo cala il tris e vola sulle ali dell’entusiasmo; Picchi, su assist di Landa, abile a riconquistare il pallone e saltare la propria marcatrice, arriva a 17 centri stagionali mettendo in rete con il piattone destro e si conferma sempre più leader di questa squadra. A questo punto sembra tutto finito ma accade l’imponderabile: la Res dopo tre minuti trova il gol che la riporta in partita e inizia a crederci attaccando con più convinzione; la rete nasce dopo un’elaborata azione in velocità che libera Clementi al cross, il pallone arriva ad Antonelli che in tap-in trafigge Soggiu. Ulderici adopera tre cambi spostando Pizzolato sulla destra e il Chievo perde un po’ le giuste distanze lasciando più spazi alla Res, le ospiti attaccano a testa bassa e a cinque dalla fine riaprono la gara con il gol di Montesi dopo una veloce ripartenza. La classe 2004 è abilissima a difendere il pallone spalle alla porta riuscendo a girarsi e a trovare il gol della speranza. Gli ultimi istanti sono caotici e viene assegnato un rigore alle romane per il fallo di Rosolen su Massimi, dal dischetto si presenta Simeone che batte Soggiu e porta la partita sull’incredibile 3 a 3.

 

L’H&D Chievo Women dopo 70 minuti dominati proponendo il solito calcio offensivo e a tratti spumeggiante si scioglie come neve al sole e butta via i tre punti che sembravano già in tasca. Ci sono state due partite completamente agli antipodi all’interno dei 90 minuti e Ulderici dovrà lavorare sull’aspetto mentale per provare a reagire fin da subito con l’insidiosa trasferta di Parma alle porte e per concludere al meglio una comunque ottima stagione.

MVP

Roberta Picchi: autrice  come al solito di una partita di qualità lavorando di sponda per le compagne e sacrificandosi. Trova un bell’assist di testa e arriva a 17 gol in stagione andando vicina alla tripletta. Campionato di altissimo livello per la capitana che sembra di un’altra categoria per l’intelligenza con cui si muove in campo e con cui gestisce la palla. Leader.

TABELLINO

H&D CHIEVO WOMEN- RES ROMA 3-3

3′ pt Picchi, 45′ pt Marengoni, 22′ st Picchi, 25′ st Antonelli, 40′ st Montesi, 54′ st Simeone

FORMAZIONI

CHIEVO: Soggiu; Micciarelli; Saggion ( 31′ st Congia ); Ketis; Merli ( 43′ pt Montemezzo ); Landa; Pizzolato; Begal ( 17′ st Poli ); Picchi; Barro ( 31′ st Rosolen ); Marengoni ( 31′ st Peddio ).

A disposizione: Congia; Tonelli; Zannini; Polonio; Poli; Montemezzo; Peddio; Rosolen; Trevisan.

Allenatore: Ulderici Fabio

RES ROMA: Maurilli; Liberati; Fracassi; Boldrini; Duchnowska; Simeone; Clemente; Pezzi; Montesi; Iaydenova; Petrova.

A disposizione: Ridolfi; Coluccini; Cruciani; Massimi; Ferrara; Antonelli; De Bona.

Allenatore: Galletti Marco

Arbitro: Giovanni Giannì di Reggio Emilia

Assistenti: Ferraro Luigi; Tagliaferro Tommaso.