A tre settimane di distanza dall’esaltante vittoria in rimonta con il Brescia, torna il campionato di Serie B.
Le ragazze gialloblù, fresche di nuovo logo e con l’autostima al massimo anche grazie al recente pareggio di Coppa Italia con il Napoli, si imbattono nell’ostica trasferta di Como.
Mister Venturi, che deve ancora rinunciare all’infortunata Tardini a centrocampo, si affida allo stesso undici che ha battuto il Brescia.
Chiavi della mediana ancora a Bolognini, affiancata da Gidoni e Peretti. Solito tandem offensivo con Boni e Marenic.

PRIMO TEMPO

Ritmi subito alti sin dai primi minuti, con il Chievo che fa un po’ di fatica nell’uscita da dietro anche a causa dal pressing sostenuto delle padrone di casa.
É il Como, infatti, la prima doppia occasione del match con Kubassova, che ruba palla e calcia dalla destra, trovando prontissima Olivieri a mettere in angolo. La nostra 17 si ripete poco dopo sugli sviluppi del corner, rispondendo all’acrobazia di Di Luzio con un grande riflesso, deviando sulla traversa.

Le capitane Valentina Boni (Chievo) e Greta Di Luzio (Como).

É capitan Boni a suonare la carica e a essere protagonista delle prime sortite offensive clivensi; la prima conclusione verso la porta comasca è proprio della numero 10, che manda di poco a lato di testa. Poco dopo innesca invece Marenic, che però non riesce a sorprendere con il pallonetto Salvi, ex della sfida.

Nella seconda metà del primo tempo il Como non riesce a sfondare il muro gialloblù e ci prova soprattutto con tentativi dalla distanza: prima Rigaglia e poi Pastrenge spaventano le scaligere, ma in entrambe le occasioni non centrano di poco la porta.

Capitan Boni ci porta in vantaggio! – Anche quando non segna, Marenic si rende sempre preziosa. La serba viene atterrata in area da Vergani e l’arbitro indica il dischetto. Dagli undici metri la fantasista è chirurgica, depositando alla destra del portiere, che intuisce ma non riesce a opporsi. Risultato sbloccato: 0-1! 

Il rigore del momentaneo 0-1 di Boni.

La risposta della compagine comasca arriva sulla corsia di sinistra con Rigagli, che entra in area ma non trova ancora una volta lo specchio. Si va negli spogliatoi con il vantaggio gialloblù al termine di 45′ molto combattuti e ben giocati da due squadre che mostrano di valere l’attuale classifica.

SECONDO TEMPO

Altra partenza sprint delle ragazze di casa, che al 7′ vanno vicinissime al gol: Hilaj aggancia la sfera in area, che dopo alcuni rimpalli arriva dalle parti di Di Luzio che non ci pensa e calcia. L’attaccante centra il palo alla destra di Olivieri.
In questa fase del match il Como prova a spingere alla ricerca del pari, ma il Chievo difende con ordine e lascia pochi spiragli. É ancora Di Luzio al 16′ a raccogliere da rimessa laterale e scagliare in porta di sinistro, ancora senza fortuna.

Francesca Olivieri in azione, grande prestazione della 17.

Traversa Chievo – Alla mezz’ora l’episodio che potrebbe decidere la contesa. Palla persa in uscita dalla retroguardia lombarda, Marenic ne approfitta e calcia a botta sicura, colpendo il montante!
Gialloblù a un passo dal doppio vantaggio.

Classico momento sliding doors della partita. Il 2-0 negato dalla traversa, infatti, lascerà aperta una sfida il cui destino cambia dopo appena cinque minuti.

Pareggio Como – Su corner della nuova entrata Carravetta, Vlada Kubassova colpisce in modo rocambolesco nel mischione e riesce a portare lo score in parità a pochi minuti dalla fine.

Dopo appena un minuto la squadra di casa prova addirittura il ribaltone, ma Olivieri con uno splendido colpo di reni nega la gioia del gol alla solita Di Luzio.
La squadra di mister Venturi, però si ricompone e nel finale sfiora la rete in contropiede. La ripartenza libera la velocità di Dallagiacoma, che arriva ai 16 metri e calcia angolato. Salvi, però, inchioda con un buon intervento il risultato sull’1-1.
Finisce in parità il match di Como. Ottimo punto in trasferta per il team gialloblù, che resta imbattuto anche in un campo difficile come quello delle lombarde.
Continua, infatti, la striscia positiva del Chievo che tra campionato e Coppa Italia non ha mai perso in questa stagione.
Le gialloblù sono costrette a cedere il primo posto alla Pink Bari, ma il risultato di oggi permette comunque di restare in scia e di guardare con fiducia all’appuntamento di domenica prossima dello stadio Olivieri contro il San Marino Academy.

TABELLINO

Como Women 1: Salvi, Rizzon, Lipman, Vergani (32′ st Roventi), Cascarano (16′ st Carravetta), Pastrenge, Hilaj, Picchi, Di Luzio, Kubassova, Rigaglia (43′ st Mariani).

CHIEVO VERONA W. 1: Olivieri, Salaorni, Zanoletti, Tunoaia; Pecchini (26′ st Dallagiacoma), Gidoni, Bolognini (39′ st Fancellu), Peretti, Mascanzoni; Boni, Marenic (46′ st Caliari).

Reti: 42′ rig. Boni (CVW), 85′ Kubassova (CW)

Ammonite: Kubassova (CW), Vergani (CW), Marenic (CVW)

 

Ufficio Stampa – ChievoVerona Women F.M.

Facebook: Chievo Verona Women F.M. 
Instagram: chievoveronawomenfm
Twitter: @ChievoWomen
YouTube: Chievo Verona Women F.M.