Dopo mesi di attesa riparte la Serie B ma soprattutto ritorna finalmente in campo il Chievo Women, chiamato al primo impegno ufficiale della stagione sportiva 2021/22.
Boni e compagne provengono da più di un mese di preparazione molto intensa per ricercare la forma ideale per lo start del campionato.
Tante le novità di questo nuovo corso, a partire dal tecnico, Giacomo Venturi, chiamato alla guida della squadra e a far divertire tifosi e appassionati clivensi.

Allo stadio “Aldo Olivieri” di Verona le ragazze gialloblù affrontano la neopromossa Pro Sesto in una contesa che si annuncia sicuramente avvincente. Subito titolare la nuova arrivata Jelena Marenic, chiamata a guidare l’attacco gialloblù insieme a Valentina Boni. Subito dall’inizio anche la giovanissima Bolognini.

PRIMO TEMPO

Classica fase di studio all’inizio della gara, con le due formazioni che lottano molto a centrocampo. Al 16′ arriva la prima grande chance per la Pro Sesto: passaggio arretrato troppo debolo di Pecchini per Olivieri che favorisce l’anticipo di Coda.
L’attaccante delle lombarde non riesce a insaccare da buona posizione.

Vantaggio Chievo: Al 23′ la sblocca la squadra di casa. Sciabolata verso l’area di Bolognini, agganciata con grande classe e atletismo da Marenic. La numero 80 non ci pensa due volte e scarica un gran tiro col destro che si infila rasoterra all’angolino. Vantaggio clivense quindi, con la squadra della Diga bravissima a sfruttare la prima vera opportunità del match.

Jelena Marenic al momento del tiro che è valso l’1-0 gialloblù.

Prova subito a scuotersi la Pro Sesto, colpita oltremodo dal goal, grazie a Mariani, ma il suo tiro da fuori finisce di poco alto. Una soluzione, quella dalla distanza, che la compagine lombarda prova con insistenza. Olivieri, però, si mostra sempre attenta.
Il Chievo però continua a fare il suo gioco senza lasciarsi schiacciare e al 26′ rimette di nuovo il naso in avanti con Bolognini, che dopo l’assist prova anche il destro dalla distanza, troppo centrale.

Succede molto poco fino alla fine del primo tempo, con le due squadre che faticano a creare delle occasioni realmente pericolose. Ottima la prestazione delle gialloblù nella prima frazione, trascinate dal gol ma anche dalla fisicità della sua pivot, Jelena Marenic. Buono anche il possesso palla delle clivensi, che però rischiano talvolta qualcosa in fase di uscita.

 

SECONDO TEMPO

La ripresa inizia sulla falsariga della prima frazione, con le due formazioni che lottano molto a centrocampo.
La Pro Sesto cerca ancora la soluzione da fuori, come al 57′ ci prova Carlucci, ma il tiro finisce sul fondo.
Dopo appena un minuto arriva una grande chance per il Chievo: Dallagiacoma converge al centro dalla fascia destra, pescando con uno splendio filtrante Mascanzoni. A tu per tu con Selmi, la numero 11 prova a piazzarla, ma il portiere avversario con un’autentica prodezza riesce a sventare il pericolo.

Nella fase centrale della seconda frazione si abbassa di molto il ritmo, con le ventidue in campo che risentono molto del forte caldo viziato ancora delle alte temperature estive.
Uno squillo arriva però ancora da Daiana Mascanzoni, che prima di lasciare il posto a Mele sfiora l’incrocio dei pali con una conclusione a giro dall’interno dell’area.

Il Chievo  controlla con molta calma il pallone e prova a chiuderla con Tardini, ma la conclusione della numero 25 viene deviata ancora in corner da Selmi.
Quando tutto sembra volgere al termine, però, la Pro Sesto ha una grande occasione per il pareggio.
Al 94′ il traversone da corner finisce sui piedi di Tugnoli. Il difensore calcia al volo con buona coordinazione, non trovando la porta per pochissimi centimetri. Pericolo scampato per le gialloblù, visto che una marcatura in questo momento sarebbe stata una doccia gelata.

Valentina Boni in azione.

Finisce così la gara. Debutto subito vincente per Venturi e le ragazze gialloblù, che con personalità, ma anche sacrificio, conquistano i primi tre punti della stagione.
Chievo cinico nella prima frazione e attento a non concedere quasi nulla alla Pro Sesto.
Strepitoso l’impatto della nuova arrivata Marenic, che è stata abile nel tenere sempre il pallone, proteggendolo spalle alla porta, così da far salire la squadra.
Molto mobile la serba, che ha dimostrato anche di essere in grado svariare su entrambe le fasce e sapersi sacrificare. Splendido il gol realizzato, con uno stop e una coordinazione praticamente perfette. Da segnalare anche la prestazione della classe 2003 Gaia Bolognini, subito a suo agio in cabina di regia.
Adesso testa alla sfida di domenica prossima, perchè il calendario presenta subito uno stimolante derby in casa del Cittadella.

 

CHIEVO WOMEN 1: Olivieri; Pecchini, Zanoletti, Salaorni; Caliari (36′ Dallagiacoma [87′ Gidoni]), Tardini, Bolognini (72′ Salimbeni), Peretti (87′ Fancellu), Mascanzoni (72′ Mele); Marenic, Boni.

Pro Sesto 0: Selmi; Dell’Acqua, Confalonieri, Tugnoli, Pedrazzani; Marasco (83′ Carabetta), Abati (83′ Nascamani), Scuratti (56′ Grumelli); Carlucci (63′ Riva), Mariani, Coda (82′ Mauri).

Marcatori: 23′ Marenic (C)

Ammoniti: Confalonieri (P); Grumelli (P); Abati (P); Pecchini (C); Gidoni (C)

 

Ufficio Stampa – ChievoVerona Women F.M.

Facebook: Chievo Verona Women F.M. 
Instagram: chievoveronawomenfm
Twitter: @ChievoWomen
YouTube: Chievo Verona Women F.M.