H&D Chievo Women

logo h&d chievo women

La primavera del Chievo Women batte la Sassari Torres per 2 – 0, conquistando tre punti importanti per la sua stagione. A fine gara, sono intervenute ai nostri microfoni Elisa Zappa, capitano della formazione giovanile, ed Alice Malaguti, al rientro in campo dopo un brutto infortunio patito nel finale della scorsa annata.

| ELISA ZAPPA |

“Sono molto soddisfatta della partita, visto che sapevamo che non sarebbe stato semplice. Però siamo scese in campo con la mentalità giusta e siamo riuscite a conquistare tre punti preziosi – ha dichiarato Elisa –. Abbiamo vinto da squadra, mettendo grinta e carattere per tutti i novanta minuti. Dopo il primo gol, inoltre, non ci siamo mai fermate, abbiamo continuato ad attaccare, mantenendo la concentrazione giusta, così da chiudere la partita sul due a zero. Questo dimostra una grande maturità e voglia di far bene da parte di tutte noi.
I tre punti sono molto importanti, perché avevamo bisogno di riscattarci dopo l’ultima sconfitta e di ritrovare un po’ di fiducia nelle nostre capacità. La vittoria porta sempre grande felicità all’interno dello spogliatoio e, soprattutto, ci invoglia a continuare ad allenarci bene e a giocare come sappiamo fare.
Essere il capitano, per me, è molto importante e rappresenta una grande responsabilità perché mi sento un punto di riferimento sia dentro che fuori il terreno di gioco. Nei momenti difficili cerco di sostenere il più possibile le mie compagne provando a essere da esempio, soprattutto in campo, lottando su ogni pallone. E anche uno stimolo per me poiché mi invoglia a far sempre meglio e dare il massimo in tutte le partite, così da aiutare il più possibile la squadra.
Gli obiettivi personali e della squadra sono di migliorare allenamento dopo allenamento, cercando di crescere sia come calciatrici che come donne – ha concluso Elisa -. Un qualcosa su cui stiamo lavorando da inizio anno è quello di cercare di essere un team sia in campo che fuori. Abbiamo già fatto grandi progressi, che si sono visti nella partita di domenica dove abbiamo lottato tutte insieme, ma continueremo a progredire per cercare di esserlo ancora di più”.

Elisa Zappa in azione

| ALICE MALAGUTI |

Penso che, nel complesso, quella di domenica sia stata una bella partita – ha esordito Alice -. Infatti, ci siamo preparate bene in settimana e il risultato si è visto, anche se forse abbiamo sprecato qualche occasione di troppo e, allo stesso tempo, potevamo concederne meno.
Tornare in campo dopo ben 9 mesi è stato sicuramente molto strano, anche perché non pensavo di giocare già questa partita. Però è stato anche bellissimo e per questo ringrazio i miei allenatori, che mi hanno concesso questa possibilità. Nei minuti iniziali mi sentivo un po’ spaesata, poi però ho cominciato a prendere il ritmo e ho fatto qualcosa di buono.
Durante tutto questo periodo ci sono stati momenti più duri di altri, soprattutto durante i primi tempi. Poi però, più progressi facevo e più motivazione avevo, vedendo la metà sempre più vicina. Devo anche dire che i fisioterapisti che mi hanno seguita hanno contribuito molto a rendere questo periodo meno pesante, passato insieme alla mia compagna di squadra Elena, anche lei infortunata.
Da punto di vista personale, il primo obiettivo che avevo era quello del ritorno in campo e fortunatamente è stato già raggiunto – ha concluso Alice – . A partire da adesso, l’unico scopo che mi pongo e che mi resta è quello di lavorare ancora di più per poter tornare in forma, così da riuscire a dare una mano alla squadra in questo finale di stagione.

 

Alice Malaguti insieme a una compagna nel pre – partita

Ufficio Stampa – ChievoVerona Women F.M.

Facebook: Chievo Verona Women F.M. 
Instagram: chievoveronawomenfm
Twitter: @ChievoWomen
YouTube: Chievo Verona Women F.M.