Dopo la bellissima vittoria conquistata domenica scorsa con il Palermo, è tempo di big match allo stadio “Aldo Olivieri”. A Verona arriva il Brescia, con cui le ragazze gialloblù condividono la testa della classifica di B, appaiate entrambe a 10 punti.
Le clivensi si presentano allo scontro al vertice con la porta di Olivieri ancora inviolata, mentre le Leonesse provengono da tre 1-0 consecutivi.
Mister Venturi recupera Salaorni, chiamata a comporre il terzetto difensivo insieme a Zanoletti e Tunoaia. Conferma per Peretti come mezzala, mentre in avanti solita coppia Boni-Marenic.

PRIMO TEMPO

Gara subito molto intensa, con le due squadre che approciano la partita con aggressività e con l’intenzione di far subito male all’avversario. Baricentro molto alto per il Chievo, che vuole imporre sin dall’inizio il suo gioco, Brescia che prova invece ad approfittare delle ripartenze.

Vantaggio Brescia Proprio un contropiede sblocca la gara dopo appena cinque minuti. Nel tentativo di aggressione alta, la difesa gialloblù si fa sorprendere e concede un coast to coast a Luana Merli, che taglia il campo in diagonale e arrivata a limite dell’area è precisa nel trovare l’angolino.
Zero a uno e primo gol subito in campionato per le clivensi, che devono subito rincorrere.

Le ragazze di mister Venturi provano a rispondere da calcio piazzato con il solito sinistro insidioso di Bolognini, ma il tiro della numero 8 si perde non lontano dalla traversa. Nella seconda metà del primo tempo il ritmo è altissimo, con duelli individuali e tanto agonismo in ogni zona del campo.

Raddoppio ospite – Al 23′ bis del Brescia, che prova a mettere definitivamente in discesa il match. Azione personale di Hjohlman, che serve Asta al limite dell’area. Parabola a giro che cerca e trova l’incrocio.
Bellissimo il goal del laterale delle lombarde, che porta le sue compagne sullo 0-2.

UNO-DUE CHIEVO! – Contraccolpo piscologico? Macchè! Bastano 180 secondi al Chievo per accorciare le distanze, ma non solo.
Palla recuperata da Gidoni, che trova in profondità Marenic. La numero 80 protegge bene palla e con uno splendido filtrante imbecca Valentina Boni, che finta di calciare e poi buca Lonni.
Non finisce qui, perchè il Chievo la rimonta clamorosamente nello spazio di cinque minuti.
Calcio d’angolo ancora di capitan Boni, tiro al volo di Peretti respinto da Lonni. Sulla ribattuta però è ancora lestissima Rachele, che con rabbia e mestiere trova il tap-in decisivo.

Il gol del momentaneo 1-2 di Valentina Boni

Grandissima reazione del club scaligero, che riacciuffa con grande carattere il Brescia. E adesso l’inerzia psicologica del match è tutta per le ragazze di Venturi.
Finisce così un bellissimo primo tempo, diviso equamente dalle due squadre anche sul piano del gioco.
Meglio il Brescia nella prima parte, in vantaggio grazie a Merli e Asta. Stupenda però la reazione clivense, che trovano l’immediato 2-2 con Boni e Peretti.

SECONDO TEMPO

Prova a partire subito forte il Brescia a inizio ripresa. Al 53′ però la vera occasione arriva quasi per caso, dopo una svirgolata di Zanoletti salvata da un riflesso felino di Olivieri.
Al 57′ ancora le ospiti in avanti, ma il colpo di testa della nuova entrata Brayda finisce di poco fuori.
Fatica tanto il Chievo in questa fase del match, schiacciato dalle avversarie.
Al 67′ la squadra di casa prova a uscire dalla pressione con Marenic, che si rende pericolosa con un tiro di esterno che si perde sul fondo.

Ribaltone Chievo – Al 76′ le gialloblù completano la rimonta. Valentina Boni recupera palla a centrocampo, supera un avversaria e serve in profondità Dallagiacoma. La numero 29 trova al centro dell’area Jelena Marenic, che è bravissima a stoppare il pallone all’interno dell’area e trovare l’angolino con freddezza glaciale, portando le sue compagne in vantaggio.

L’esultanza di Jelena Marenic: rimonta completata!

La squadra della Diga che non vuole fermarsi e va vicino al 4-2 un minuto dopo, sempre con la scatenata Jelena Marenic, che ancora su assist di Dallagiacoma, non trova di pochissimo la porta con una coclusione potente. Forcing disperato della compagine bresciana negli ultimi cinque minuti, che si traduce nella conclusione di Brayda e soprattutto nella punizione al 91′ di Asta, ultimo brivido dell’incontro.

Vince ancora il Chievo Women, che tra le mura amiche dello stadio “Aldo Oliveri” conosce solo la vittoria, la terza in casa e la quarta stagionale su cinque partite.
Prestazione di grande carattere delle ragazze di mister Venturi, che rispondono con grande maturità alla prima situazione di difficoltà del campionato, in cui sotto di due gol non hanno mai perso spirito e ordine in mezzo al campo. Fantastica la prova di Valentina Boni, che partecipa a tutte e tre le marcature gialloblù e che soprattutto si dimostra ancora una volta un esempio per il sacrificio costante anche in fase di non possesso, dal primo al novantesimo minuto.
Ancora decisive Peretti e Marenic, nonchè la risposta di tutta la squadra anche di fronte ad alcune assenze importanti in mediana, che non hanno impedito un successo esaltante.
Continua a sognare sulle ali dell’entusiasmo la formazione clivense, che adesso può godersi due settimane in vetta alla classifica di Serie B.

TABELLINO

CHIEVO WOMEN (3): Olivieri; Salaorni, Zanoletti, Tunoaia; Pecchini (46′ Dallagiacoma), Gidoni, Bolognini (61′ Fancellu), Peretti, Mascanzoni (69′ Piergallini); Boni, Marenic (89′ Marenic). All. Giacomo Venturi

Brescia (2): Lonni; Asta, Galbiati, Barcella, Viscardi; Ghisi (46′ Bianchi) (94’Maroni), Magri (58′ Pasquali), Saggion (86′ Tengattini); Hjohlman (46′ Brayda), Merli C., Merli L. All. Elio Garavaglia

 Marcatori: 5′ Luana M. (B); 24′ Asta (B); 26′ Boni (C); 28′ Peretti (C); 76′ Marenic (C).

 

Ufficio Stampa – ChievoVerona Women F.M.

Facebook: Chievo Verona Women F.M. 
Instagram: chievoveronawomenfm
Twitter: @ChievoWomen
YouTube: Chievo Verona Women F.M.