Grazie ragazze

Grazie ragazze

Il ChievoVerona Women FM desidera augurare buona fortuna per il proseguimento della carriera sportiva a tutte le giocatrici che quest’anno hanno lasciato la società gialloblù.
Da chi ha trascorso gran parte della propria vita calcistica insieme a noi come Lisa Faccioli, passando per chi è letteralmente cresciuto con addosso la nostra maglia, come Zoe Caneo, che ha difeso orgogliosamente per ben 10 anni i nostri colori, fino alle calciatrici che abbiamo avuto il piacere di accogliere nella nostra famiglia per poche stagioni…Grazie!
Grazie per l’impegno e per la professionalità profusi in questi anni, perchè ognuna di voi ha contribuito alla causa gialloblù e a far crescere ulteriormente la nostra realtà.

Salutiamo con affetto, dunque, tutte le giocatrici che da quest’anno proseguiranno altrove il proprio percorso sportivo. A tutte voi, un grosso in bocca al lupo!

    • Zoe Caneo. centrocampista: 10 stagioni, 154 presenze e 16 gol fra A e B
    • Lisa Faccioli, difensore: 6 stagioni, 130 presenze e 33 gol
    • Sara Bottigliero, centrocampista: 4 stagioni, 22 presenze, 2 gol
    • Alexa Benincaso, centrocampista: 2 stagioni, 31 presenze 
    • Ylenia Carabott, attaccante: 1 stagione, 12 presenze e 2 gol
    • Margherita Salvi, portiere: 1 stagione, 7 presenze
    • Giulia Faccio, attaccante: 1 stagione, 6 presenze

 

Ufficio Stampa – ChievoVerona Women F.M.

Facebook: Chievo Verona Women F.M. 
Instagram: chievoveronawomenfm
Twitter: @ChievoWomen
YouTube: Chievo Verona Women F.M.

Chievo Women e Autozai, di corsa verso il futuro

Chievo Women e Autozai, di corsa verso il futuro

Una splendida novità per il nostro club, una spinta in più per procedere sempre più veloci verso nuovi traguardi.
Il ChievoVerona Women F.M. è lieto di annunciare ufficialmente la partnership con Autozai Spa, prestigiosa realtà commerciale con sede nella cittadina scaligera.
Autozai sarà il nuovo main sponsor che sosterrà le ragazze gialloblù per tutta la stagione 2020/2021.
Alice Bianchini, presidentessa del Chievo Women, ha espresso tutta la propria soddisfazione per la fresca collaborazione: “Sono molto onorata di questa nuova partnership con il gruppo Autozai! Questo significa che stiamo lavorando bene e se persone come Nicola Vighini credono fortemente nel nostro progetto, per noi è una gioia immensa. Ovviamente cercheremo di portare in alto il nome Autozai sia in provincia che a livello nazionale”.

Di seguito il video dell’intervista a Nicola Vighini, titolare di Autozai Spa, realizzata nel corso dello shooting fotografico che ha visto come protagoniste tre bandiere del club gialloblù come Giulia Caliari, Rachele Peretti e Alessia Pecchini.

 

 

Ufficio Stampa – ChievoVerona Women F.M.

Facebook: Chievo Verona Women F.M. 
Instagram: chievoveronawomenfm
Twitter: @ChievoWomen
YouTube: Chievo Verona Women F.M.

Eleonora Prost torna in campo e sceglie il Chievo: una guerriera per i gialloblù

Eleonora Prost torna in campo e sceglie il Chievo: una guerriera per i gialloblù

Il calciomercato gialloblù si conclude con una vera e propria ciliegina sulla torta che non può far altro che addolcire il percorso di avvicinamento alla gara di esordio in Serie B di domani contro il Cittadella.
Il ChievoVerona Women è infatti lieto di annunciare l’acquisto di Eleonora Prost, esperta e infaticabile centrocampista dal ricco Palmarès.
Dopo più di 13 stagioni trascorse sempre ad altissimi livelli, la giocatrice ha interrotto l’attività agonistica per un anno, ma adesso è impaziente di ripresentarsi ai nastri di partenza con più voglia ed entusiasmo di prima.
Sono molto emozionata di tornare a giocare, e in particolar modo di tornare a giocare con la maglia del Chievo Verona Women – ha dichiarato la calciatrice a margine della firma. Due anni fa ho avuto una esperienza a dir poco infelice, quindi non vedo l’ora di riscattarmi con questa maglia”.

Un ritorno in campo molto importante non solo per il Chievo Women, che non ci ha pensato un attimo prima di accoglierla in gailloblù, ma anche per tutto il movimento femminile italiano, di cui ha calcato spesso i palcoscenici più prestigiosi.
La stessa centrocampista ha spiegato i motivi che hanno spinto la stessa a riallacciare gli scarpini da gioco: “Per quanto mi riguarda, mi sono convinta a rimettermi in gioco perché ritenevo profondamente ingiusto avvertire, dopo tanti anni di calcio, una sensazione di malessere avvicinandomi a un campo sportivo – ha spiegato la Prost. Ho capito, comunque, che erano solo gli strascichi di quella brutta esperienza. Ritornare ad allenarmi dopo tanto tempo non è stato facile neanche da un punto di vista fisico, ma abbiamo un ottimo staff e mi sto rimettendo in forma per bene. E poi ora sono felice, e il merito di questo, senza dubbio, è del bel gruppo che ho trovato“.

La giocatrice, infatti, si è aggregata alla rosa gialloblù da diverse settimane e ha già consumato il terreno del Centro Bottagisio andando su e giù per il rettangolo verde, mostrando la solita corsa ed energia che l’ha sempre contraddistinta.
Proprio rincorrendo e tallonando gli avversari, per cui è stata sempre un osso duro da affrontare, ha realizzato infatti le sue fortune. Mezz’ala, all’occorrenza anche mediano a protezione della difesa, la Prost è un elemento essenziale per l’equilibrio della sua formazione.
Abile a spezzare il gioco e a recuperare palloni, la centrocampista non si è mai risparmiata e siamo certi che non lo farà neanche con la maglia del club con sede a Mozzecane. Caratteristiche che hanno permesso alla giocatrice di costruire una carriere di prim’ordine, a partire dall’esordio in Serie A con gol a soli 15 anni con la Reggiana, fino ai successi più recenti.

Dopo esser cresciuta con il club emiliano, la Prost si è infatti tolta diverse soddisfazioni soprattutto con la maglia del Brescia.
Con le rondinelle la centrocampista si è laureata campionessa d’Italia nel 2013/2014, ma ha anche alzato al cielo una Supercoppa italiana e una Coppa Italia nella stagione successiva.
L’unica stagione trascorsa finora in Serie B è stata quella del “ritorno a casa”, quando nel 2016/2017 è stata una delle protagoniste della promozione della Reggiana nella massima categoria con 26 presenze e 4 gol.
Successi condivisi in gran parte con Stefania Zanoletti, che quest’anno ritroverà ancora una volta come compagna al Chievo: “Ho ritrovato anche compagne con cui ho condiviso vittorie importanti, ma nel calcio il passato conta zero: ogni anno bisogna dimostrare quello che si vale”, ha dichiarato la Prost, che ha dimostrato anche con le parole di essere focalizzata completamente sul presente e sugli obiettivi gialloblù.

I suoi numeri e la sua storia, impreziosita anche da 205 presenze in A e 15 gol, sono già un biglietto da visita non indifferente, ma non bastano a racchiudere la sua esperienza e soprattutto la sua mentalità vincente.
Con lei in campo il Chievo Women potrà contare in mezzo al campo su un’autentica guerriera, una giocatrice pronta a lottare su ogni pallone e l’ultima a mollare.
Un elemento di sicuro affidamento che non finisce mai la partita senza prima aver lasciato in campo fino all’ultima goccia di sudore. Sacrificio e determinazione, ingredienti che non vediamo l’ora di rivedere nel rettangolo verde già a partire da domani.

Da parte di tutto il mondo gialloblù…Bentornata in campo e benvenuta tra noi, Eleonora! 

 

Ufficio Stampa – ChievoVerona Women F.M.

Facebook: Chievo Verona Women F.M. 
Instagram: chievoveronawomenfm
Twitter: @ChievoWomen

 

Nuovo arrivo fra i pali: Martina Galloni difenderà la porta del Chievo Women

Nuovo arrivo fra i pali: Martina Galloni difenderà la porta del Chievo Women

Manca pochissimo all’atteso esordio di domenica pomeriggio del ChievoVerona Women, che aprirà la nuova stagione in trasferta sul campo del Cittadella.
Nel frattempo, però, non si ferma la campagna di rafforzamento della rosa a disposizione di mister Dalla Pozza.
Aspettando il derby veneto, i tifosi gialloblù possono dare il benvenuto a un’altra nuova giocatrice.
L’ultimo arrivo in casa gialloblù è Martina Galloni, giovane portiere classe 2000 che nella scorsa stagione ha militato fra le fila del Parma.
Con l’acquisto della promettente giocatrice emiliana, il Chievo Women “chiude” la propria porta e spera di mantenerla più a lungo possibile blindata anche in occasione della nuova stagione di Serie B.

“Ho scelto il Chievo perche è una opportunità di crescita in una società ambiziosa e solida – sono state le prime parole di Martina Galloni a margine della firma. Fin da subito ho trovato un ambiente molto familiare e uno spogliatoio affiatato e nonostante il mio arrivo a preparazione inoltrata, mi sono sentita fin da subito a mio agio”.
L’estremo difensore ha ritrovato in gialloblù anche Stella Botti, sua coetanea, con cui ha condiviso due anni con la maglia del Sassuolo: “Stella Botti è stata sicuramente un aiuto per il mio inserimento nel gruppo, ma mi sono sentita inclusa anche da tutte le altre ragazze”. La stessa nuova arrivata ha anche parlato del suo percorso calcistico che l’ha portata oggi in gialloblù: “Mi sono avvicinata al calcio a 13 anni cominciando a giocare in una squadra femminile della mia città. Tre anni fa sono passata al Sassuolo, qui ho giocato in Primavera e ho avuto l’occasione di allenarmi con la Prima Squadra. L’anno scorso ho avuto l’opportunità di giocare in Serie C con il Parma“.

Con i ducali Martina non ha perso una sola gara, collezionando 17 presenze in campionato e 2 in Coppa Italia. Per una maglia da “numero uno” quest’anno dovrà giocarsela con Francesca Olivieri, con cui ha già cominciato ad allenarsi duramente sui campi del Centro Bottagisio: “Ci stiamo imparando a conoscere, c’è un buon rapporto e ci aiutiamo e stimoliamo a vicenda – ha dichiarato la Galloni riguardo alla compagna di reparto. C’è una sana concorrenza, come giusto che sia. Avendo più esperienza di me in questo campionato, sicuramente cercherò di prendere spunto da lei”.

Un bel confronto fra due giovanissime con tanta energia e voglia di affermarsi, come hanno già fatto intravedere in ogni tuffo o parata eseguita senza rispamiarsi mai, a partire dall’allenamento.
L’intento, come dichiara la stessa Galloni, è quello di proseguire la crescita costante che l’ha portata in terra scaligera: “Quest’anno come squadra sono convinta che faremo un ottimo campionato in linea con i nostri obbiettivi e togliendoci soddisfazioni. A livello personale voglio crescere e migliorarmi, impegnandomi sempre per essere a disposizione della squadra“.

Il portiere difenderà i colori del ChievoVerona Women fino a gennaio, quando Martina volerà oltreoceano per una esperienza sicuramente accattivante e piena di stimoli.
La Galloni sposerà una sfida a stelle e strisce, portando i suoi guantoni e il suo talento sui campi dellle università statunitensi, in particolari su quelli della NAIA Women’s Soccer Championship. 
La stessa calciatrice ha spiegato di cosa si tratta: “Questo percorso è cominciato un anno fa quando ho fatto i provini con College Life Italia e sono riuscita a vincere una borsa di studio sportiva. Sarei dovuta partire ad agosto, ma causa virus la partenza è stata rimandata a gennaio. Andrò in un college (University of Northwestern Ohio) in Ohio dove avrò l’opportunità di studiare e giocare. Sarà una esperienza stimolante e di crescita poiché sarò lontana dalla mia famiglia in una realtà completamente diversa e potrò contare solo su me stessa”.

Fino ad allora, però, il ChievoVerona Women se la terrà ben stretta. Perchè del nuovo corso inaugurato dal club con sede a Mozzecane farà parte anche lei.
Da parte di tutto il mondo gialloblù, benvenuta Martina!

 

Il Chievo di corsa nel bergamasco: parte oggi il ritiro di Arcene

Il Chievo di corsa nel bergamasco: parte oggi il ritiro di Arcene

Dopo aver macinato chilometri per tre settimane sui campi del Centro Bottagisio, il ChievoVerona Women cambia provvisoriamente la location dei propri allenamenti.
La preparazione atletica delle ragazze agli ordini di mister Dalla Pozza, infatti, proseguirà ad Arcene, piccola cittadina in provincia di Bergamo.
Tre giorni intensi di ritiro che avranno luogo grazie alla fortunata collaborazione fra la nostra società e l’ASD Accademia Calcio Bergamo, club che ha sede proprio nel piccolo paese lombardo, non lontano dal capoluogo orobico.
Da venerdì 28 a domenica 30 agosto, il gruppo gialloblù sarà impegnato nel centro sportivo della cittadina situato in via Verdi e avrà l’opportunità di sostenere allenamenti funzionali e specifici in vista della vicina ripartenza del campionato di Serie B.

Quella con il ChievoVerona Women è una collaborazione importantissima per la nostra realtà – ha dichiarato Luca Gatti, presidente del club di Arcene, sulle colonne de L’Eco di Bergamo. Siamo onorati di ospitare queste ragazze che arriveranno nella serata di venerdì per poi effettuare nei giorni successivi una serie di allenamenti mirati. Per noi è sicuramente una bella occasione, che ci permette di confrontarci con realtà di spessore a livello nazionale, come è appunto la squadra femminile del ChievoVerona. Non vediamo comunque l’ora di poter abbracciare le giocatrici, lo staff e i dirigenti del ChievoVerona Women, per noi saranno tre giorni di festa“.

Una partnership, quella con il club lombardo, nata già un anno fa e che, come spiega la presidentessa del Chievo Women, Alice Bianchini, è coerente ai valori e alla direzione intrapresa dalla società gialloblù e che continua a consolidare un ambizioso piano di crescita che passa proprio attraverso la fruttuosa collaborazione con altre realtà sportive: “L’ASD Accademia Calcio Bergamo nella scorsa stagione è stato il nostro primo club amico, fra i primi a credere fortemente nel nostro progetto. La nostra idea è quella di individuare nuove opportunità di affiliazione e di creare un bacino di utenza ancora più ricco e allargato per favorire sempre collegamenti con società che sostengono il nostro progetto e il calcio femminile in generale – continua la numero uno della società con sede a Mozzecane. Grazie all’ottimo rapporto instaurato con l’Accademia Calcio Bergamo avremo la possibilità di utilizzare i loro impianti in questo mini-ritiro, mentre da parte nostra metteremo a disposizione le nostre competenze per l’organizzazione di eventi legati al settore giovanile e per un confronto costante attraverso meeting e riunioni tecniche che si terranno nell’arco di tutta la stagione sportiva“.

 

Ufficio Stampa – ChievoVerona Women F.M.

Facebook: Chievo Verona Women F.M. 
Instagram: chievoveronawomenfm
Twitter: @ChievoWomen

 

Peretti, un cuore matto per il gialloblù: ancora un anno per la bandiera del club

Peretti, un cuore matto per il gialloblù: ancora un anno per la bandiera del club

Primatista di reti fra le calciatrici attualmente in rosa e seconda nella storia del club.
Giocatrice in attività con il più alto numero di presenze e seconda nella classifica all-time con la maglia gialloblù.
La stessa con cui ha siglato 89 gol nella serie cadetta e con cui è stata protagonista della storica promozione in A con 13 marcature e tante giocate illuminanti.
Basterebbe fermarsi un attimo a leggere solo queste poche righe e statistiche per intuire l’importanza di Rachele Peretti per la società con sede a Mozzecane.
Ma il rapporto fra la calciatrice e il club non può essere descritto in poche parole e va molto al di là dei primati o dei soli numeri, perché è piuttosto una storia d’amore, di tenacia, di soddisfazioni, di gioie e momenti difficili. È il racconto di un legame profondo con la divisa gialloblù che non cesserà di esistere neanche quest’anno, ma che continuerà anche nella prossima stagione e, come sperano i tifosi del Chievo, ancora a lungo.

Rachele Peretti in azione con al braccio la fascia da capitano.

Una storia che comincia ufficialmente il 20 maggio 2007, quando a soli 14 anni una manciata di minuti furono sufficienti per timbrare il suo esordio in Prima Squadra con una doppietta. Ma che ha origine ancora prima, quando a 9 anni cominciò a calcare i campi di Mozzecane e a far crescere la passione straripante per il calcio e per la maglia gialloblù.
Comincia da lì una lunga avventura che probabilmente ha toccato la vetta più alta in occasione di un altro debutto che risale 2012, questa volta in Serie A, bagnato ancora una volta da una rete, confermando quella che per lei è evidentemente una consuetudine.
Un lungo viaggio che, grazie alla fresca firma sul rinnovo di contratto, proseguirà almeno fino a giugno 2021.
È il 19° anno in questa società, e tranne un anno in prestito al Chievo Valpo, ho sempre giocato coni con questa maglia – ha dichiarato la Peretti a margine della firma. In realtà non mi sembra vero che siano così tanti, evidentemente il tempo passa davvero velocemente quando ti senti legato a qualcosa di simile“.

Un proseguimento di percorso che questa volta però è stato in dubbio, anche a causa dei problemi fisici che nell’ultima stagione hanno condizionato la calciatrice. Ma Rachele non molla mai, come dimostra sempre sul rettangolo di gioco. E alla fine ha avuto la meglio la sua voglia di continuare: “È da un paio d’anni che fatico un po’ a gestire tutti i miei impegni lavorativi e di studio, mi è balenata l’idea di smettere e dedicarmi ad altro, visto che vengo anche da un anno difficile a livello fisico per un problema al piede. Avrei avuto tanti motivi per prendere questo tipo di decisione ma non riesco ancora a rinunciare al calcio, voglio provare a vedere quanto riesco a dare ancora! È troppo radicato dentro la mia persona, sono cresciuta giocandoci e forse mi manca ancora qualcosa per abbandonarlo nonostante mi stia mettendo a dura prova”.

Ci sarà invece anche la classe 1992 a comporre la rosa di mister Dalla Pozza per la prossima stagione, ancora una volta al servizio dei compagni e delle esigenze di squadra, a prescindere dalla posizione che ricopre in campo. Esterno, trequartista, seconda punta, mezzala, la Peretti garantisce sempre qualità alle giocate offensive del Chievo Women. Come per il ruolo che le viene assegnato, la giocatrice ha risposto ancora presente, guardando al prossimo campionato con tanta voglia di riscatto: “Ho avuto modo di ricoprire svariati ruoli di centrocampo e attacco, tra alti e bassi credo che la posizione che mi fa esprimere meglio sia trequartista, perché mi permette di aiutare il centrocampo ma di andare anche a concludere con più frequenza – spiega la calciatrice clivense. Vengo da una stagione non troppo positiva anche a livello personale, quindi prima di tutto voglio star bene fisicamente e ridurre al minimo gli acciacchi. Anche a livello realizzativo le ultime stagioni non sono state tanto buone, quindi sicuramente ho molta voglia di migliorare in questo ma se non capiterà e riuscirò comunque ad aiutare la squadra con assist e quant’altro sarò contenta lo stesso, non vivo il gol come un’ossessione“.

E fa un certo effetto sentirlo dire da chi in carriera è riuscita a raggiungere in tripla cifra di marcature pur non giocando sempre in attacco.
Con la stessa lucidità e attaccamento nei confronti della squadra, Rachele Peretti analizza lo scorso campionato e guarda con fiducia alla prossima stagione: “Diciamo che la stagione passata ha un sapore amaro, incompleto, chissà dove saremmo potute arrivare se non ci fosse stata l’emergenza Covid. È vero che le aspettative erano ben altre e mentalmente è sempre difficile reagire di fronte a risultati negativi, però dall’unione di tutte ne siamo uscite bene e finché è stato possibile, siamo tornate in carreggiata. Quindi penso sia questo il punto di partenza da cui prendere le motivazioni giuste, cioè da quanto possiamo essere forti se ci aiutiamo l’una con l’altra e dando sempre il 100%“.

Sulla possibilità di ripetere la memorabile stagione della promozione, la Peretti non si tira indietro e da ambiziosa qual è, fa intendere di non voler lasciare nulla di intentato: “L’anno 2011/2012 è stato bello perché non abbiamo mai perso: vincere aiuta a vincere, non c’è frase che meglio può esprimere quell’annata; quando vinci sei felice, prendi sicurezza e consapevolezza di quello che sei e migliora la personalità di ognuno perciò l’interpretazione di ogni gara è funzionale all’obbiettivo. Ovvio che servono anche i mezzi, la condizione fisica adatta, le giocatrici giuste, tanta tenacia e determinazione. Ingredienti che possiamo arrivare ad avere senza dubbio“.

Nuovi obiettivi da raggiungere ancora insieme a una delle veterane della rosa gialloblù.
Con il rinnovo della fantasista il ChievoVerona Women guarda al al futuro, portando con sé chi ha fatto grande il proprio passato e può continuare a scrivere pagine bellissime del proprio presente.
Lo fa ancora insieme a Rachele Peretti, talento offensivo e bandiera del club con un cuore matto per il gialloblù.

Ufficio Stampa – ChievoVerona Women F.M.

Facebook: Chievo Verona Women F.M. 
Instagram: chievoveronawomenfm
Twitter: @ChievoWomen