Dopo la vittoria roboante in casa con il Cesena, il Chievo Women percorre per 800 km lo Stivale del Belpaese per fare visita alla Pink Bari.
Una di sfida di prestigio per la Serie B e per entrambe le squadre, che affrontano questo appuntamento desiderose di non perdere il treno delle squadre che inseguono il Como capolista.

Mister Venturi conferma in toto la formazione di sette giorni fa, con l’unica eccezione di Daiana Mascanzoni, al rientro da titolare dopo i problemi fisici dell’ultimo mese. Intoccabili davanti Boni e Marenic, mentre Peretti torna sulla linea dei centrocampisti.
Fra le file della squadra pugliese da segnalare la presenza di Martina Gelmetti, che nel mondo clivense ha lasciato ottimi ricordi dopo la doppia esperienza con la maglia gialloblù.

PRIMO TEMPO

La partita è subito fortemente condizionata da un campo reso pesante dalla pioggia che si è abbattuta forte nelle ore precedenti alla gara e che continua per alcuni tratti anche nel corso della prima frazione di gioco. Le due squadre sono spesso costrette ad alzare il pallone con lanci profondi e fanno fatica nel gioco palla a terra.

Il copione dei primi minuti è lo stesso dell’interno primo tempo, con le giocatrici scaligere stabilmente nella metà campo avversaria e spesso pericolose in zona gol. Il Chievo fa la partita, la Pink Bari prova ad assorbire le iniziative gialloblù.

La più clamorosa di queste capita sui piedi di Alessia Pecchini: dopo una conclusione dalla distanza di Bolognini, Shore respinge con qualche difficoltà; sulla palla vagante si avventa la 13 clivense, che però apre troppo l’interno nell’impatto con la sfera a non riesce a trovare il tap-in vincente a pochi passi dalla porta.

Alexandra Tunoaia a contrasto con l’ex della gara, Martina Gelmetti.

 

Ci provano anche Marenic e soprattutto Boni dalla distanza, ma l’altra vera grande occasione arriva sul finire dei primi 45′. Su un traversone dalla destra arriva sul versante opposto Mascanzoni, che a botta sicura calcia a volo da ottima posizione. Conclusione potente che dà solo l’illusione del gol, finendo sull’esterno della rete.

Dopo un minuto di recupero finisce 0-0 un primo tempo dominato dalle ragazze di Venturi, che però non riescono a trovare la rete nelle diverse opportunità costruite. Bari quasi mai presente dalle parti di Olivieri.

SECONDO TEMPO

La ripresa si apre sulla falsariga della prima frazione, con il Chievo che fa la partita e il Bari che gioca soprattutto di rimessa. Le tante occasioni sprecate dalle gialloblù, però, saranno decisive.

Vantaggio Fedotova – Sugli sviluppi di calcio d’angolo, grande mischia in area con diverse trattenute ai limite del fallo. Olivieri, forse ostacolata in modo non regolare nel tentativo di smanacciare, non riesce a liberare. Dopo una serie di rimpalli è la nuova entrata Fedotova a mettere in rete.

Lo svantaggio, immeritato per quello che si era visto in campo fino a quel momento, pesa sulle gambe e sulla testa delle calciatrici scaligere, che provano comunque a reagire ma senza la pericolosità della prima frazione.

Raddoppio Bari –  Nel tentativo di riacciuffare il punteggio, il Chievo si scopre e concede un tre contro due in contropiede alla formazione pugliese. Ancora una volta è la lettone Fedotova a bucare Olivieri. Qualche dubbio su un possibile offside, non sanzionato però dalla terna arbitrale.

La scossa di Bolognini – La rete per il Chievo arriva dalla più giovane in campo, Gaia Bolognini. La centrocampista lascia partire un gran tiro dal limite dell’area che sorprende Shore: 1-2!
Secondo gol stagionale per la classe 2003 che accorcia le distanze e al minuto 86 regala un po’ di speranze al proprio team.

Nonostante il forcing finale, però, il risultato non cambia: a Bari finisce 2-1 per le locali. Arriva la prima sconfitta esterna della stagione per la compagine veronese, che esce dal campo con il rammarico di non esser riuscita a concretizzare le opportunità superiori nel numero e nella pericolosità, soprattutto nei primi 45′.

Due episodi hanno premiato la Pink Bari, che sale a 20 punti scavalca in in classifica proprio il Chievo Women, ora a una lunghezza di distanza dalle pugliesi e a cinque dalla capolista Como.
Sarà importante per la squadra di Venturi sfruttare le settimane di pausa del campionato di B per ripartire con il piede giusto nella prossima importante sfida in programma nel nuovo anno allo stadio Olivieri contro il Tavagnacco.

 

TABELLINO

PINK BARI – CHIEVO VERONA WOMEN 2-1

Pink Bari: Shore; Di Bari, Di Criscio, Nefrou (46′ Fedotova), Bonacini, Strisciuglio (67′ Laface), Sudyk, Maffei, Riboldi, Spyridonidou, Gelmetti.

CHIEVO WOMEN: Olivieri; Tunoaia (73′ Caliari), Zanoletti, Salaorni; Pecchini, Gidoni (80′ Salimbeni), Bolognini, Peretti, Mascanzoni (59′ Dallagiacoma); Boni, Marenic.

Marcatori: 59′ e 83′ Fedotova (B), 86′ Bolognini (C)

Ammonite: Di Bari (B)

 

Ufficio Stampa – ChievoVerona Women F.M.

Facebook: Chievo Verona Women F.M. 
Instagram: chievoveronawomenfm
Twitter: @ChievoWomen
YouTube: Chievo Verona Women F.M.