Il Chievo blinda Mascanzoni, pendolino della fascia gialloblù

Il Chievo blinda Mascanzoni, pendolino della fascia gialloblù

Un’altra conferma di primissimo ordine per la rosa del ChievoVerona Women in vista della prossima stagione di Serie B.
Daiana Mascanzoni, arrivata fra le fila del club con sede a Mozzecane un anno fa, proseguirà la sua avventura in gialloblù.
La giocatrice nata a Bussolengo ha firmato il prolungamento di contratto con cui si è legata alla società della Diga fino al 2021.
Ho deciso di rinnovare prima di tutto per il gruppo e per le ragazze, dato che lo scorso anno mi sono trovata bene – ha spiegato Daiana Mascanzoni . Poi anche per il progetto che la società e Max Rossi (direttore generale, ndr) hanno intenzione di portare avanti. Sicuramente c’è dell’amaro per lo stop improvviso dell’ultima stagione, io come tutte le ragazze e il mister abbiamo voglia di rivincita, soprattutto perché stavamo ingranando e stavamo facendo dei buoni risultati”.

Ci sarà ancora lei, dunque, a presidiare le corsie laterali del ChievoVerona Women. Destra o sinistra fa infatti poca differenza per la Mascanzoni, che nella scorsa stagione ha ricoperto anche più ruoli, ma sempre lungo quelle fasce che ama tanto consumare.
Laterale basso o alto, la costante è sempre la stessa: scorrazzare avanti e indietro per l’esterno del campo, contribuendo a far ammattire le dirimpettaie avversarie.

Nata come terzino di spinta, la 27enne si è fatta apprezzare nella seconda parte di stagione anche quando è stata schierata da mister Dalla Pozza come ala offensiva, rendendosi ancora più preziosa in zona gol.
Oltre ai consueti cross dal fondo, infatti, la Mascanzoni ha dimostrato di saper sfruttare anche la sua buona struttura fisica per rendersi pericolosa nel gioco aereo e nei tagli verso l’area di rigore.
Proprio sul ruolo e sul compito da svolgere in campo è intervenuta la stessa calciatrice: “Diciamo che devo entrare ancora bene nell’ottica di fare goal, dato che ho giocato per due anni come terzino in Serie A. Con il mister avevamo già definito il mio ruolo di attaccante appena è arrivato e che condivido. Ovviamente spero di fare tanti goal, ma sono al servizio della squadra qualsiasi cosa mi venga chiesta di fare”.

Daiana Mascanzoni garantisce alla formazione clivense un apporto di qualità, ma anche di esperienza. Nonostante la giovane età, infatti, il versatile esterno gialloblù ha accumulato 96 presenze e 20 gol in cadetteria, ma è soprattutto una delle giocatrici della rosa del Chievo che ha calcato di più i campi della massima serie: 62 volte con le maglie di Bardolino Verona e Chievo Valpo. Proprio con quest’ultimo, ha vinto un campionato di Serie B nella stagione 2016/2017.
Proprio la sua esperienza potrebbe essere utile per ripetere un risultato simile, ma la giocatrice preferisce restare cauta sugli obiettivi di squadra: “Non voglio fare pronostici per la prossima stagione perché sono scaramantica, quindi dico solo che bisogna lavorare bene ma allo stesso tempo divertirsi. C’è voglia di ricominciare e sono contenta di ritrovare Stefania Zanoletti, con cui ho trascorso un anno insieme al Chievo Valpo”.
Per tornare a divertirsi il Chievo Women non dovrà aspettare molto, vista l’imminente riapertura della stagione.
Un campionato difficile e imprevedibile, in cui però potrà contare ancora su Daiana Mascanzoni, pendolino della fascia, anzi, delle fasce gialloblù.

 

ChievoVerona Women F.M.

Facebook: Chievo Verona Women F.M. 
Instagram: chievoveronawomenfm
Twitter: @ChievoWomen

Il Chievo Women sbarca nel mantovano: collaborazione con l’ASD Ostiglia

Il Chievo Women sbarca nel mantovano: collaborazione con l’ASD Ostiglia

Continua a crescere l’area del settore giovanile gialloblù.
Il ChievoVerona Women F.M. prosegue il percorso di ampliamento del proprio bacino di utenza da cui attingere per scoprire le giovani campionesse del futuro.
Il club è infatti lieto di annunciare ufficialmente il nuovo sodalizio con l’ASD Ostiglia 1908.
La società lombarda, che rappresenta una realtà di grande tradizione sportiva nel territorio mantovano, ha mostrato ancora una volta il proprio impegno e una particolare attenzione per lo sviluppo del calcio femminile.
La collaborazione fra i due club, infatti, permetterà alle nate fra il 2009 e il 2014 che si alleneranno presso la scuola calcio della squadra ostigliese di essere tesserate dal ChievoVerona Women.
Un’opportunità importante per le aspiranti giocatrici del territorio limitrofo alla cittadina che sorge sulle rive del Po per vivere al meglio la passione per il calcio ed entrare a far parte della grande famiglia gialloblù.

Un intento che è stato illustrato chiaramente da Claudia Dell’Atti, vicepresidente della società lombarda: “Noi dell’ASD Ostiglia 1908 abbiamo sposato il progetto del Chievo Verona Women FM che mira a formare le nuove calciatrici attraverso un percorso preciso. È nata questa collaborazione che darà a bambine e ragazze del territorio la possibilità di imparare ed emergere in uno sport che ormai non è più solo maschile. È già possibile effettuare il tesseramento o fare una prova gratuita di qualche allenamento presso il nostro centro sportivo di Ostiglia”.
Una novità che ha appunto lo scopo di accompagnare il primo approccio di tante bambine con il mondo del pallone e che spera di preparare il maggior numero possibile di ragazze al tragitto verso i palcoscenici più prestigiosi del calcio femminile italiano, di cui fa parte anche la società clivense. Un percorso che, come spiega il presidente dell’ASD Ostiglia, Nicola Novi, è già stato intrapreso da qualche elemento formatosi a Ostiglia: “Vogliamo essere il centro di riferimento per reclutare giovani calciatrici per farle crescere dal punto di vista educativo, formativo e tecnico per entrare nella famiglia del ChievoVerona Women. Ne è un esempio una ragazza cresciuta nel nostro settore giovanile che nella passata stagione ha intrapreso l’avventura nel calcio femminile a Mozzecane e che ha avuto buoni risultati giocando anche in una categoria maggiore rispetto alla sua età”.

La partnership è stata fortemente voluta anche dal responsabile del settore giovanile del ChievoVerona Women, Gianluca Sgreva, oltre che da Loris Lubiato, che si occupa specificatamente della formazione delle piccole campionesse dai “Primi Calci” alle “Under 15”. Proprio quest’ultimo ha commentato la partnership fra il club con sede a Mozzecane e l’ASD Ostiglia: “Siamo soddisfatti di aver raggiunto brevemente per comunione di intenti questa collaborazione con la società mantovana, confinante le regioni Veneto ed Emilia Romagna. Speriamo possa incentivare la passione per il calcio femminile nel territorio, rispecchiando i valori che contraddistinguono la nostra società“.

ChievoVerona Women F.M.

Facebook: Chievo Verona Women F.M. 
Instagram: chievoveronawomenfm
Twitter: @ChievoWomen

 

Riconferma per Lucia Bonfante, jolly difensivo gialloblù

Riconferma per Lucia Bonfante, jolly difensivo gialloblù

Prosegue l’avventura della giovane Lucia Bonfante con la maglia del ChievoVerona Women.
Il promettente difensore lombardo ha rinnovato il proprio contratto fino al 2021, dimostrando di voler dare continuità al percorso di crescita cominciato già a partire dalle giovanili.
Quella di quest’anno sarà infatti la quinta stagione nel club con sede a Mozzecane, dopo alcuni campionati trascorsi fra Primavera e Prima Squadra.
La classe 2001 è però ormai entrata stabilmente a far parte della rosa di mister Dalla Pozza e guarda al nuovo inizio della Serie B con fiducia e tanta voglia di apportare il proprio contributo.

Credo molto in questa società, è una società seria in cui mi sono sempre trovata benissimo – spiega la Bonfante. Sarà sicuramente un campionato impegnativo ma come squadra daremo il massimo giocandocela fino in fondo. La voglia di ricominciare è tanta, la scorsa stagione personalmente non avevo iniziato molto bene ma sul finire della stagione avevo iniziato ad avere una maggior fiducia e per questo sono determinata e ambiziosa per riuscire a ricominciare nel migliore dei modi”.

Terzino veloce e dalla buona struttura fisica, la Bonfante si è fatta apprezzare anche quando è stata schierata da difensore centrale. La versatilità è sicuramente una delle sue doti, dimostrando un’adattabilità e un’intelligenza tattica che di solito appartiene a giocatrici più esperte. Jolly della retroguardia sì, ma con una preferenza precisa: “Il ruolo che preferisco è il terzino perché è quello che mi rispecchia di più, in cui mi trovo più a mio agio per quelle che reputo essere le mie qualità, anche se devo dire che le volte in cui ho giocato difensore centrale mi sono trovata molto bene”.

Nonostante la giovanissima età, la calciatrice ha già fatto registrare un buon bottino di presenze in Serie B.
Sono 32 le presenze in cadetteria per la Bonfante con la maglia gialloblù, condite anche da un gol. Come dice il difensore, però, il proposito per la prossima stagione è quello di aumentare il minutaggio ed entrate frequentemente nelle rotazioni del mister. Un obiettivo che va di pari passo con i progressi tecnici che la giovane vuole continuare a compiere: “Quello che ti fa crescere giocando con ragazze più grandi è l’esperienza che possono trasmetterti, in questi anni le mie compagne di squadra sono state fondamentali, ascolto sempre tutti i consigli cercando di imparare il più possibile. Personalmente vorrei migliorare da tutti i punti di vista, principalmente tecnicamente ma soprattutto dal punto di vista mentale e della concentrazione. Spesso gioco con un po’ di ansia o senza riflettere commettendo errori stupidi. Sicuramente vorrei riuscire ad avere una maggior continuità, il mio obiettivo principale oltre a cercare di migliorare di volta in volta e aumentare il numero delle presenze”.

 

ChievoVerona Women F.M.

Facebook: Chievo Verona Women F.M. 
Instagram: chievoveronawomenfm
Twitter: @ChievoWomen

Tutti in riga! Sale in cattedra Stefania Zanoletti, prof della difesa

Tutti in riga! Sale in cattedra Stefania Zanoletti, prof della difesa

L’inizio della nuova stagione è sempre più alle porte e non c’è modo migliore per avvicinarsi alla data della ripartenza che attraverso una grande notizia per tutti i tifosi gialloblù.
Il ChievoVerona Women F.M. è lieto di annunciare ufficialmente l’acquisto di Stefania Zanoletti, centrale difensivo di grande esperienza e dal ricco Palmarès.
Dopo la recente esperienza in Serie A con la maglia dell’Hellas Verona Women, la calciatrice ha deciso di sposare il progetto del club con sede a Mozzecane.
La trentenne lombarda è stata fortemente voluta dalla dirigenza gialloblù per rafforzare la propria retroguardia e fra poche settimane si unirà al gruppo agli ordini di mister Dalla Pozza per l’inizio della preparazione in programma il 5 agosto.

Sono contenta di aver scelto il Chievo Verona Women, sin da subito ho avuto sensazioni positive – sono le prime parole della Zanoletti da giocatrice clivense. Credo che ci sia una gran voglia di far bene e di costruire un progetto importante che abbia delle basi solide. Sicuramente cercherò di portare con me la mia esperienza per aiutare il gruppo in questa nuova avventura”.
Un’esperienza che deriva da una lunga e prestigiosa carriera che ha regalato alla giocatrice tanti successi.
A dispetto di una carta d’identità ancora giovane, infatti, la Zanoletti ha già alle spalle sedici campionati da protagonista nel calcio femminile.
A soli 15 anni, infatti, dopo esser cresciuta fra le fila del Bardolino Verona, contribuisce alla vittoria dello scudetto dello stesso club benacense, ma è nella “sua” Brescia che arriva la definitiva consacrazione come giocatrice di grande caratura.
Con la maglia delle Rondinelle conquista una Coppa Italia, una Supercoppa italiana e soprattutto il campionato di Serie A.

Altrettanto forte è però il legame con Verona, che non si esaurisce nè nell’esperienza con il Bardolino, nè con quelle più recenti con le maglie di Chievo Valpo ed Hellas Verona.
Proprio come è accaduto sul piano calcistico, infatti, allo stesso modo la Zanoletti ha gettato le basi del proprio percorso professionale sempre nella città scaligera.
A Verona la calciatrice si è laureata in Lettere e oltre a salire in cattedra di domenica in domenica per guidare la propria difesa, Stefania ha poi cominciato a farlo anche nelle aule di scuola.
Una professoressa in campo e fuori che non poteva di certo mancare all’appello per la nuova era appena inaugurata dal ChievoVerona Women.

La prima foto di Stefania Zanoletti con la maglia del ChievoVerona.

Oltre alle tante stagioni nella massima categoria, la centrale classe 1990 è anche una specialista delle promozioni. Due su due nelle stagioni con le maglie di Brescia e Reggiana. Con lei a guidare la retroguardia i tifosi gialloblù si augurano un epilogo simile, ma la campionessa nata a Desenzano del Garda rimane prudente quando si parla di obiettivi, lasciando comunque trasparire la consueta grinta: “Sono molto ambiziosa e determinata a far bene con questa maglia, l’obbiettivo è sempre quello di migliorarsi giorno per giorno cercando di portare la squadra a fare il meglio possibile. Credo che la serie B sia un campionato molto difficile e molto equilibrato, ci sono diverse squadre attrezzate, ma anche noi vogliamo dire la nostra in questa categoria e perché no toglierci delle belle soddisfazioni; poi è chiaro che sarà sempre il campo il giudice più severo”.

La Zanoletti non è infatti una che si tira indietro e la sua affidabilità, anno per anno, oltre alla sue capacità di leadership, dimostrano che non è una calciatrice che rinuncia a prendersi tutti gli oneri del caso: “Il segreto della mia costanza credo risieda nella professionalità, cerco sempre di dare il massimo e di mettermi a disposizione della squadra e del mister, sono una persona che sa prendersi le proprie responsabilità”.

Da veterana qual è, che ha vissuto anche qualche cambiamento nel calcio femminile e che spera di viverne ancora molti, Stefania Zanoletti dice la sua anche sulla rinnovata collaborazione con l’A.C. ChievoVerona: “Credo che il ruolo delle società maschili sia fondamentale per la crescita del nostro movimento, ma ritengo anche necessario un cambiamento radicale della nostra figura: non possiamo più essere considerate dilettanti, è ora del professionismo!“.

Da parte di tutto il mondo gialloblù, benvenuta Stefania!

 

ChievoVerona Women F.M.

Facebook: Chievo Verona Women F.M. 
Instagram: chievoveronawomenfm
Twitter: @ChievoWomen

 

Mele fino al 2021: conferma per la giovane promessa del Chievo

Mele fino al 2021: conferma per la giovane promessa del Chievo

Una lieta notizia per il presente e per il futuro del ChievoVerona Women: Chiara Mele vestirà ancora la maglia gialloblù.
Il talento di casa, già da qualche stagione nel giro della Prima Squadra e ormai reclutata in pianta stabile nella rosa di mister Dalla Pozza, ha prolungato il proprio contratto fino al 2021.
“Mi trovo molto bene in questa società, molto accogliente, è ormai come una famiglia per me e questi sono i motivi che mi hanno spinto a firmare ancora” – sono le prime parole della calciatrice dopo il rinnovo.

“Bruciare le tappe” è il leitmotiv della breve ma già importante carriera di Chiara Mele, che a soli 15 anni ha esordito in Serie B e che oggi, raggiunta la maggiore età, ha già collezionato 39 presenze in cadetteria.
Prodotto del settore giovanile, terzino di spinta, veloce e abile a scorrazzare su e giù per la fascia sinistra, la calciatrice nata a Mantova rappresenta uno dei migliori prospetti della formazione clivense.
La classe 2002 è infatti uno dei talenti più promettenti del mondo gialloblù e di stagione in stagione ha mostrato una crescita costante che fa pensare a un futuro ambizioso.

Con qualità e con quella determinazione che la contraddistingue, Chiara Mele si è ritagliata in breve tempo uno spazio sempre più importante, ma nonostante ciò in questo percorso non ha mai perso la consueta umiltà.
La giocatrice mira sempre al massimo, ma resta una ragazza con i piedi ben saldati a terra, come si evince anche dalle sue parole: “La cosa che mi interessa di più quest’anno è poter giocare con costanza – spiega la Mele. Sento di poter migliorare ancora tanto sotto tutti gli aspetti e mi ritengo molto fortunata a far parte della Prima Squadra, con ragazze più grandi che possono aiutarmi a crescere. L’obiettivo della squadra penso sia far un ottimo campionato e farsi valere. Quando gioco non sempre lo faccio con serenità e forse a volte si nota, però nella squadra mi trovo benissimo con tutte ed è proprio questo aspetto che non mi fa sentire la più piccola”.

Fra gli obiettivi della Mele c’è sicuramente quello di continuare a vestire la maglia azzurra. A proposito di tappe precocemente raggiunte, infatti, il difensore ha già vissuto il privilegio di ricevere la chiamata della Nazionale giovanile e di far parte delle spedizione della selezione Under 17 che ha partecipato agli Europei 2018 di categoria.
Viste queste premesse e la giovane età, dunque, all’esterno gialloblù di certo non possono mancare i sogni: “Per qualsiasi calciatrice penso che l’obiettivo sia sempre quello di provare a giocare in Serie A. Per quanto riguarda la Nazionale, ovviamente una volta arrivata in quella realtà speri di non lasciarla mai, tra i miei sogni c’è anche quello di poter continuare a indossare quella maglia, ma la strada è ancora lunga e si vedrà. Il sogno più grande però (in progetto a partire dal 2022 per la massima serie, ndr) sarebbe vedere il professionismo nel calcio italiano femminile “.