Primavera: sfida combattuta, vince il Cittadella

Primavera: sfida combattuta, vince il Cittadella

Lady Granata Cittadella – Chievo Fortitudo Women 2-1
Chievo Fortitudo Women: Ferrarini, Menegazzi, Mele, Zappa, Bonotto, Bernardi, Zanotti (1st. Bottigliero), Cigolini, Sartori (1st. Schenato), Marcomini (27’st. Mazzi), Zoetti (1′ st. Faccio).
A disposizione: Magalini, Pachera, Mazzi, Bottigliero, Bragantini, Faccio, Schenato.
Allenatore: Carazzato
Cittadella: De Bona, Pellanda, Pozza, Squizzato, Coletto, Nardon, Cinetto, Giacobbo, Carpanese, Da Canal, Romito.
A disposizione: Zilio, Ferro, Boaretto, Bellemo, Fassin, De Gregori.
Allenatore: Schiavon

Partita tra vicine di tabellone, quella fra Chievo Fortitudo e Lady Granata. Le gialloblù cercano il riscatto dopo la sconfitta contro l’Inter contro un Cittadella con cui, all’andata, si erano attestate sul pareggio.

Questa volta, le padrone di casa riescono ad imporsi, grazie a un inizio gara un po’ a rilento. Già al 6′, primo brivido nella retrovie clivensi, quando l’esterno alto sfrutta un preciso passaggio filtrante per portarsi davanti alla porta: il tiro è angolato ma Ferrarini è attenta e devia fuori in tuffo. Il Cittadella si fa insistente in attacco e, al 13’, trova il gol che sblocca il risultato con Squizzato, che approfitta della temporanea assenza di marcatura per provare il tiro dal limite e sorprende Ferrarini.

Le clivensi soffrono sotto il pressing alto granata, ma al 23’ sono brave a sfruttare la prima occasione nella metà campo avversaria per recuperare palla in attacco. Dopo una serie di rimpalli la sfera finisce sui piedi di Zappa, che dal limite si coordina e insacca nell’angolino. La partita è molto combattuta, soprattutto a centrocampo, e il gioco si fa singhiozzato.

Nella ripresa, purtroppo, arriva la doccia fredda: il  Cittadella attacca in velocità sulla fascia destra, traversone teso centrale e inserimento della numero 5 che, smarcata, colpisce al volo a pochi passi dalla porta e va a segno. Il Chievo Fortitudo prova a inserire forze fresche e tornare con coraggio a giocare nella metà campo avversaria. Al 35’, occasione da brividi con Schenato, che controlla di petto un pallone spiovente in area e appoggia a Bottigliero a rimorchio, che colpisce bene. Il tiro è potente ma troppo centrale e il portiere del Cittadella blocca a terra. La Fortitudo ci crede, con aggressività pressa alto e recupera palloni preziosi, ma la difesa locale chiude la saracinesca e, a denti stretti, riesce a difendere il risicato vantaggio.

Finisce quindi 2-1 una partita sicuramente combattuta, che lascia dell’amaro in bocca per la prestazione ottima delle clivensi, che negli ultimi 40 minuti hanno giocato in quinta marcia, meritando il pareggio,
Appuntamento alla prossima settimana con un’altra partita tutta da giocare contro la Riozzese.

Serie B: 1-1 a Cesena

Serie B: 1-1 a Cesena

CESENA-CHIEVO FORTITUDO WOMEN: 1-1

CESENA: Pacini, Battistini (24’st Laface), Oliva, Pastore, Casadei, Cuciniello (40’st Carlini), Nagni, Beleffi, Porcarelli, Zani, Cama. A disposizione: Petralia, Bernardi, Gallina, Bizzocchi, Siboni. Allenatore: Rossi.

CHIEVO FORTITUDO WOMEN: Olivieri, Pecchini, Faccioli, Salaorni, Caliari (40’st Mascanzoni) , Peretti (31’st Caneo), Carraro, Tardini, Dallagiacoma, Boni, Martani (31’st Carabott). A dispozione: Salvi, Bonfante, Bertolotti, Mele. Allenatore: Dalla Pozza.

Arbitro: Di Loreto (Terni). Assistenti: Donati e Preci.

Reti: 15’pt Dallagiacoma; 45’st Cama.

Note: ammonite 37’pt Faccioli, 42’st Laface, 47’st Oliva.

Un pareggio che sa di beffa. Il Chievo Fortitudo Women torna dalla trasferta romagnola con un punto. Un primo tempo dove le gialloblù sono riuscite, senza patemi, ad amministrare il vantaggio mentre nel secondo tempo le avversarie hanno provato a essere più pericolose riuscendo a trovare al 45esimo il gol del pareggio.

Le bianconere provano a far capire chi comanda sin da subito. Infatti, dopo due minuti provano la conclusione che però finisce fuori. Al 10′ si fanno vedere le gialloblù: punizione dal limite dell’area sinistro di Boni che Faccioli prova a concretizzare di testa ma la palla finisce alta. Al 15′ arriva il vantaggio clivense. Salaorni rinvia una palla che diventa buona per Martani che sulla sinistra scatta sul filo del fuorigioco sorprendendo la difesa. La numero 9 gialloblù mette in mezzo una palla bassa che Dallagiacoma (sesto gol stagionale), tutta sola, calcia in rete. Il gol arriva dopo che le romagnole, nei primi dieci minuti, hanno spinto e tenuto un ritmo alto.

Le occasioni calano ma al 37′ il Cesena si fa vedere nell’area gialloblù. Da un fallo al limite dell’area sinistro di Faccioli scaturisce una punizione pericolosa che Olivieri respinge, la palla però rimane in area ma la difesa, dopo alcuni secondi di panico, spazza via. Nei minuti finali del primo tempo le bianconere si rendono pericolose in più occasioni: al 38′ con un colpo di testa, al 39′ con un tiro in porta e al 42′ con Cama che cadendo prova a insaccare una palla arrivata da un cross dalla sinistra, ma il pallone si spegne a lato.

Il secondo tempo inizia con il freno a mano tirato da parte di entrambe le formazioni. Le 22 in campo si studiano e cercano di approfittare di qualche sbavatura avversaria. Il primo vero pericolo arriva al 21′ quando Caliari mette in angolo una palla vagante in area che stava diventando propizia per Nagni. Un minuto più tardi, Cama dal limite dell’area stoppa la palla e in precario equilibrio calcia in porta ma Olivieri si fa trovare pronta e respinge. Il Cfw in alcuni tratti si fa schiacciare dalle bianconere che spingono, alla ricerca del pareggio.

Al 26′ arriva la prima occasione del secondo tempo delle gialloblù di Dalla Pozza. Carraro, dopo una bella azione del trio Dallagiacoma-Peretti-Boni, servita da quest’ultima calcia alto. Al 34′, su  una azione partita sulla destra da Carabott (subentrata a Martani), Dallagiacoma calcia in porta ma Pacini respinge e tiene vive le speranze delle romagnole. Al 35′ ghiotta occasione per le padrone di casa. Nagni, dall’altezza del dischetto, dopo un cross dalla destra si trova la palla sui piedi e prova il tiro che però finisce alto. Dieci minuti più tardi, quando sembrava ormai fatta per le clivensi arriva il gol del Cesena. Sulla destra, Cama viene servita dentro l’area, l’attaccante si gira e indisturbata lascia partire un tiro che scavalca Olivieri e fa esplodere di gioia compagne e tifosi.

Un pareggio che, per come è scaturito per le gialloblù sa di beffa ma, ai punti è il risultato più giusto.

 

 

Dalla Pozza: “Vogliamo dare continuità ai risultati positivi”

Dalla Pozza: “Vogliamo dare continuità ai risultati positivi”

A Cesena per dare continuità. E’ questo l’imperativo che le gialloblù e lo staff si sono prefissati per risollevare la classifica. Domani infatti, alle ore 14.30 scenderanno in campo in Emilia Romagna, per la decima partita di campionato, contro il Cesena di Roberto Rossi, formazione a pari punti in classifica con il Cfw.

“La squadra la conosco abbastanza bene. E’ il terzo anno che la incontro e si tratta di una squadra molto quadrata. Dovremo affrontarla con la massima attenzione” dice il mister Moreno Dalla Pozza. Continua: “Le ragazze le ho viste motivate e abbiamo molta voglia di dare continuità ai risultati positivi”. Conclude: “Per quanto riguarda la formazione manterremo il 4-3-3 di domenica scorsa su cui stiamo puntando. Deciderò in mattinata se fare qualche cambio rispetto alla partita con il VIttorio Veneto”.

Pecchini: “Dobbiamo confermarci già da domenica a Cesena”

Pecchini: “Dobbiamo confermarci già da domenica a Cesena”

L’anno nuovo in casa gialloblù è iniziato positivamente. Domenica scorsa infatti, le ragazze di mister Dalla Pozza sono riuscite a imporsi per 3-2 contro il Vittorio Veneto. Una prova convincente che, seppur un calo nel secondo tempo, fa ben sperare per i prossimi impegni, a partire da domenica contro il Castelvecchio (Cesena). Alessia Pecchini, terzino di spinta, domenica è stata una vera spina nel fianco della difesa trevigiana, andando persino vicino al gol. Pecchini, racconta il momento della squadra e l’impegno di domenica a Cesena.

Alessia, domenica, dopo la sosta e il cambio di mister, contro il Vittorio Veneto sono arrivati i tre punti dopo un periodo difficile. Può essere la partita della svolta?

Domenica sì, era un po’ la partita della svolta. Era fondamentale iniziare il nuovo anno e il nuovo percorso con i tre punti. Siamo riuscite a portarli a casa e questo ci è servito sia per il morale e sia per la classifica. Ora dobbiamo confermarci già a partire da domenica contro il Castelvecchio. I tre punti sono importanti ma dobbiamo essere consapevoli che non abbiamo ancora fatto niente e che dobbiamo raccogliere ancora tanti punti.

Contro il Vittorio Veneto nel primo tempo avete dominato mentre nel secondo avete lasciato campo alle avversarie e la partita si è riaperta. Questa differenza di prestazione tra il primo e il secondo tempo a cosa credi sia dovuta? A un calo di concentrazione oppure a un calo fisico?

Il primo tempo è stato a senso unico e potevamo, e questo è il rammarico più grande, chiudere la partita visto le tante occasioni che abbiamo creato e che non siamo riuscite a concretizzare. Abbiamo speso tanto fisicamente e nel secondo tempo abbiamo abbassato la concentrazione e loro hanno preso coraggio e fiducia. Dovremo cercare di non ripetere questa atteggiamento ma essere più costanti.

Domenica ci sarà la trasferta di Cesena contro il Castelvecchio. Le avversarie sono a dieci punti, come voi. Che partita ti aspetti?

Domenica sono riuscite a pareggiare contro la Lazio a Roma quindi scenderanno in campo determinate e vogliose di fare bene. Noi dobbiamo solo pensare a fare la nostra partita cercando di dare ancora di più di quello che abbiamo dato domenica scorsa e con umiltà portarci a casa il risultato. Si tratta di uno scontro diretto quindi sarà fondamentale staccarle per salire ancora più in alto.

Nell’ultima partita sei andata vicina al gol e sei stata una spina nel fianco per la difesa avversaria. Come valuti questa tua prima parte di campionato?

Inizialmente ho avuto due infortuni ravvicinati, uno durante la preparazione e uno all’inizio del campionato quindi ci ho messo un po’ per entrare in condizione. Adesso mi sento molto bene e quando la squadra gioca bene tutti ne traggono giovamento. Domenica sono riuscita ad attaccare ed essere pericolosa e sono contenta di aver contribuito alla vittoria.

 

Torneo Stella Stellina, che super esperienza per le piccole clivensi!

Torneo Stella Stellina, che super esperienza per le piccole clivensi!

Un’esperienza da incorniciare, quella dello scorso weekend, con il tradizionale appuntamento del torneo Stella Stellina. Un po’ di numeri, per un appuntamento classico del calcio femminile, che ha visto il Chievo Fortitudo Women vestire i panni di grande protagonista. Oltre 600 atlete coinvolte in totale, per questa sedicesima edizione, e cinque impianti attivi nella zona di Bassano del Grappa e di Cartigliano.

La compagine gialloblù era la più numerosa, unica società veneta che ha portato sei squadre, due per ciascuna categoria (Under 15, Esordienti e Pulcine). Numeri che hanno dato la possibilità a tutte le giovani clivensi di giocare e divertirsi, segnalandosi per l’entusiasmo e l’impegno messi in campo. Merito dell’infaticabile lavoro di Gianluca Sgreva, responsabile juniores, che ha curato l’organizzazione della maxi spedizione clivense, che contava circa 60 atlete. “Un grazie va fatto alle nostre ragazze, agli allenatori e a tutti i dirigenti per il lavoro svolto, e per essersi distinti per tutta la durata dei torneo. Senza dimenticare i genitori, numerosissimi, che ci hanno seguiti a Bassano e che hanno fatto un bellissimo tifo, sempre nel nome della correttezza”.

Una lunga e impegnativa, ma esaltante, giornata di calcio, che ha avuto come ciliegina sulla torta la vittoria delle Pulcine A nella loro categoria, oltre agli ottimi piazzamenti di tutte le squadre clivensi. E, soprattutto, un ricordo prezioso di calcio e di amicizia per tutte le giocatrici partecipanti, un’iniezione di entusiasmo per riprendere gli appuntamenti di campionato che ci aspettano.

 

Foto credit: LND Veneto