Primavera, che vittoria sulla Riozzese!

Primavera, che vittoria sulla Riozzese!

CHIEVO FORTITUDO WOMEN – RIOZZESE 4-3

CHIEVO FORTITUDO WOMEN: Ferrarini, Menegazzi, Mele C., Mele A., Pachera (25′ st. Zappa) , Bernardi, Faccio, Cigolini (17′ st Zanotti), Schenato, Bottigliero, Zoetti (25′ st. Marcomini).
A disposizione: Magalini, Zappa, Mazzi, Zanotti, Bragantini, Marcomini, Sartori.
Allenatori: Crestani, Carazzato

RIOZZESE: Arzemo, Lardini, Colantuono, Vacchini, Fasani, Zamabomi, Zanette, Tommaseo, Baffi, Borghi, Barbieri
A disposizione: Bedimi, Lavigma, Barbieri, Mazza.
Allenatori: Amici

Una sfida ad alto tasso di emozioni, quella fra le clivensi e la Riozzese, con le gialloblù vincitrici per 4-3 grazie a un fortissimo spirito di squadra e alla capacità di sacrificarsi fino all’ultimo.

Sul campo di San Zeno, pesante dopo dopo giorni di pioggia, ma che avvantaggia le nostre ragazze, abituate a giocare anche in queste difficili condizioni, si preannuncia battaglia contro la Riozzese, squadra nella nostra area di tabellone.

Al 6’ minuto è subito il Chievo a creare la prima occasione della partita su calcio d’angolo: la palla nella mischia rimbalza e arriva sui piedi di Mele A. in centro area, che controlla e calcia rasoterra. Ma il tiro è lento e il portiere trattiene. L’odore del gol però è già nell’aria e, al 8’, le gialloblù passano in vantaggio: traversone di Bernardi che taglia tutto il campo per innescare Faccio sulla destra, la punta si invola verso la porta e spiazza il portiere in uscita. Al 13’, ancora Fortitudo all’attacco, ma le avversarie si riscuotono dalla partenza sprint e al 15’, in contropiede, lanciano la propria ala sulla linea di fondo, traversone teso nel mezzo su cui è lesta ad arrivare Zanetti, che insacca di testa per l’1-1.

Al 27’, ancora un contropiede beffa la nostra retroguardia, il primo centrale manca la respinta, la numero 11, Barbieri, della Riozzese ne approfitta per riconquistare palla, con una brusca sterzata si libera della marcatura e calcia nell’angolino rasoterra, sorpassando le padrone di casa. Ma le clivensi non ci stanno, al 38’ rispondono con Zoetti, che servita al limite dell’area si coordina e tira potente a mezz’aria, spiazzando il portiere e riportando il punteggio in parità 2-2.

Dopo tante emozioni, il secondo tempo è ancora tutto da giocare, il Chievo cerca di spingere per tornare in avanti, ritrovandosi più volte a costruire nella metà campo avversaria. Al 24’, un’imprecisione del nostro centrale nella fase di disempegno regala palla all’attaccante della Riozzese che, a pochi passi dalla porta, mette a segno facile. Le nostre ragazze però non si arrendono, al 31’ Schenato, con lucidità, inventa per Faccio un assist filtrante rasoterra liberando la nostra prima punta, che con freddezza fa pallonetto sul portiere e riporta il punteggio sul pareggio 3-3. I ritmi si fanno concitati, nonostante il campo pesante stia prosciugando le energie delle due squadre.

La Fortitudo guadagna la superiorità numerica dopo l’espulsione della numero 15 avversaria e, a quel punto, si lancia all’attacco per la vittoria. Con la squadra ormai sbilanciata in avanti, le gialloblù tentano l’assedio finale, con le ultime energie rimaste recuperano palla in attacco: tiro di Schenato respinto, ma arriva subito Marcomini che si sposta la palla sul piede destro evitando il difensore e spara una cannonata che gonfia la rete. E’ il 95’ e, mentre tutta la squadra entra in campo per i festeggiamenti, l’arbitro fischia la fine della battaglia.

Successo tennistico contro la Novese

Successo tennistico contro la Novese

CHIEVO FORTITUDO WOMEN-NOVESE: 6-0

CHIEVO FORTITUDO WOMEN: Olivieri, Pecchini (15’st Bonfante), Faccioli, Salaorni (21’st Carabott), Caliari, Bertolotti (15’st Peretti), Tardini (1’st Caneo), Carraro, Dallagiacoma, Martani (1’st Mascanzoni), Boni. A disposizione: Salvi. Allenatore: Dalla Pozza.

NOVESE: Milone, Barbero, Rigolino, Perna, Verna (37’pt Tamburini), Malatesta (37’st Franchi), Nicastro, Marenco (48’st Bellani), Zella, Accoliti, Levis. A disposizione: Repetti, Mariano, Brullo, Vitiello, De Vito. Allenatore: Milanese.

Arbitro: Frosi (Treviglio). Assistenti: Marra (Milano) Morotti (Bergamo).

Reti: 6’pt Martani; 12’pt Carraro; 43’pt Boni; 2’st Dallagiacoma; 10’st Mascanzoni; 47’st Carabott.

Note: 14’pt ammonita Rigolino.

Una partita a senso unico. Il Chievo Fortitudo Women riesce a comandare sin dalle prime battute e a porta a casa tre punti preziosi. Mister Dalla Pozza presenta nell’undici iniziare un solo cambio rispetto alla formazione di Cesena (Bertolotti per Peretti) e la squadra risulta ancor più equilibrata e ordinata nella manovra. La Novese, paga un modulo rinunciatario (4-5-1) e una trama di gioco senza un perchè.

Partono subito forte le gialloblù con Martani che dopo tre minuti defilata sulla sinistra dell’area di rigore, si accentra e lascia partire un diagonale che finisce a lato di poco. E’ il preludio al gol che arriva al 6′ proprio con l’attaccante numero 9: sempre dalla sinistra, Martani entra in area liberandosi ottimamente di un difensore e lascia partire il tiro che piega le mani di Milone e finisce in rete. Dopo appena 6 minuti arriva il raddoppio: Bertolotti, con la sua tecnica, trova con un filtrante al bacio Carraro che sale, entra in area e indisturbata si lascia alle spalle anche il portiere e segna il gol del 2-0. Al 20′ con un’acrobazia, su ottimo cross dalla sinistra di Martani, Boni prova a trovare la gioia del gol ma il pallone finisce alto. Applausi per il gesto e per una squadra che sembra aver trovato le giuste trame. Al 24′ arriva il primo timido tentativo della grigie della Novese con Malatesta che dal limite dell’area senza pensarci su due volte calcia in porta ma la palla finisce abbondantemente a lato.

Il copione è sempre lo stesso: le gialloblù che spingono e creano occasioni e le ragazze di Milanese che provano a limitare i danni. A due minuti dal termine della prima frazione arriva il 3-0 firmato dalla 37enne Boni. Palla filtrante di Carraro sui piedi del numero 10 che entra in area e senza nessuna opposizione calcia in rete. Al 44′ timido tiro in porta di Tamburini che Olivieri para senza problemi.

Il secondo tempo presenta la stessa musica. Al 2′ Dallagiacoma trova il quarto gol dopo essere stata servita ottimamente da Boni, splendidamente in palla in questa domenica uggiosa. Al 9′ la Novese trova la via del gol ma l’arbitro annulla per fuorigioco. Un minuto più tardi arriva la cinquina gialloblù: Carraro mette in area dalla sinistra un traversone basso, Milone esce in tuffo ma non trattiene la palla che capita sui piedi di Mascanzoni che da due passi non fa altro che toccare in rete.

La Novese non riesce a opporre resistenza alle clivensi che, anche grazie ai cambi, non rinuncia ad attaccare per aumentare il bottino. Carabott, subentrata a Salaorni uscita malconcia dopo aver subito un colpo, sin dalla prime battute fa vedere la sua voglia di entrare nel tabellino dei marcatori. Dopo cinque minuti dal suo ingresso in campo, viene servita in area da Boni e seppur defilata sulla destra lascia partire un destro in diagonale che si stampa sulla traversa. La gioia del gol per la maltese arriva al 48′: cross dalla destra, Dallagiacoma prova a colpire a rete, l’estremo difensore respinge ma la palla rimane in area, Carabott si scaraventa sul pallone ma viene atterrata. L’arbitro a due passi non esita a fischiare il calcio di rigore che Carabott trasforma per il tennistico e definitivo 6-0.

Una vittoria che porta le gialloblù a 14 punti allontanandole così dalla zona calda della classifica.

Dalla Pozza: “Con la Novese conta solo vincere”

Dalla Pozza: “Con la Novese conta solo vincere”

Domani alle 14.30 allo stadio Umberto Capone di Vigasio, il Chievo Fortitudo Women affronterà la Novese, terzultima con 9 punti, due in meno delle gialloblù. Si tratta dell’undicesima giornata nonchè ultima partita del girone di andata e Boni e compagne vogliono chiudere questa prima parte in bellezza, presentandosi al giro di boa con la consapevolezza che i giochi sono ancora aperti.

“Sarà una battaglia perchè sia noi che loro vogliamo portare a casa i tre punti e sono convinto che ne uscirà una partita molto combattuta” dice il mister clivense Mroreno Dalla Pozza. La Novese non sta attraversando un buon periodo: nelle ultime cinque partite infatti ha racconto 4 sconfitte e un pareggio. Vorranno sicuramente dare ossigeno alla classifica per ritrovare la convinzione di inizio stagione. Le gialloblù allo stesso tempo vorranno tornare alla vittoria dopo il pareggio amaro di domenica scorsa a Cesena. “La Novese non la conosco come squadra – continua Dalla Pozza – ma in settimana mi sono documentato e posso dire che da come giocano sarà una partita avvincente”. Le due formazioni si sono già incontrate in questa stagione nel terzo turno di Coppa Italia dove le gialloblù si sono imposte per 3-1. Molte cose sono cambiate da entrambe le parti e sicuramente domenica assisteremo ad un copione diverso.

“L’obiettivo è vincere – sentenzia il mister – e al di là dalla squadra che ci troviamo di fronte, vogliamo chiudere il girone di andata con una vittoria”.

Salaorni: “Con la Novese vogliamo i tre punti”

Salaorni: “Con la Novese vogliamo i tre punti”

Una domenica al giro di boa. La partita contro la Novese chiuderà, per il Chievo Fortitudo Women, il girone d’andata. Vincere è l’imperativo categorico delle ragazze di Dalla Pozza per infilare il terzo risultato utile consecutivo e per ricominciare poi, a Perugia, il girone di ritorno con la consapevolezza che ancora nulla è perduto. Francesca Salaorni, giocatrice di lungo corso con la maglia gialloblù, si proietta sull’undicesima giornata di campionato, partendo dal pareggio di Cesena.

Domenica a Cesena la vittoria è svanita all’ultimo minuto. Un punto guadagnato o due persi?

Non mi aspettavo di subire gol al 90esimo perchè il Cesena sembrava in calo e noi riuscivamo ad uscirne sempre bene. Sapevamo che mancava veramente poco alla fine ed eravamo concentrate e motivate perchè volevamo portare a casa i tre punti. Forse abbiamo commesso una serie di errori individuali che ci hanno portato a subire il gol. Questi errori possono essere un punto di partenza per le prossime partite.

Il mister dopo la partita contro il Vittorio Veneto aveva sottolineato l’importanza di lavorare sulla zona difensiva. Domenica la difesa ha risposto bene e siete riuscite ad evitare le ripartenze che contro il Vittorio Veneto vi hanno fatto soffrire. Si cominciano a vedere i frutti di questo lavoro?

Ogni settimana lavoriamo sia sulla fase difensiva e sia su quella offensiva. Sappiamo che il valore di una squadra si misura anche dal numero di gol che subisce e per questo ogni domenica scendiamo in campo dicendoci che non vogliamo subire gol. Con il Vittorio Veneto in molti frangenti abbiamo subito azioni di ripartenza e commesso errori mentre con il Cesena abbiamo giocato molto meglio e loro sono state pericolose solo su punizioni o calci d’angolo. Questa è sicuramente una nota positiva e il mister ce l’ha ribadito in settimana. Dobbiamo comunque continuare a lavorare per essere ancor più solide.

Domenica ultima partita del girone di andata in casa contro la Novese. Contano solo i tre punti?

Si, l’obiettivo come ogni domenica sono i tre punti. Dovremo essere brave a non considerarla una partita facile. Quest’anno la Novese l’abbiamo già incontrata in Coppa Italia ma sarà una partita sicuramente diversa. Loro sono terzultime con 9 punti e hanno cambiato allenatore. Stanno vivendo una situazione difficile ma si tratta comunque di una squadra che si chiude e bisognerà affrontarla come tutte le altre formazioni del girone. Quest’anno il livello del campionato è molto equilibrato e ogni partita può riservare delle insidie.

Come valuti questa tua prima parte di stagione?

Sono abbastanza soddisfatta di come sto facendo. Ho avuto un paio di infortuni ravvicinati che a inizio stagione mi hanno costretto a stare fuori più di un mese. Adesso mi sento bene e in forma. Ci sono degli aspetti che voglio migliorare e su cui sto lavorando insieme alla squadra.

 

 

 

 

Il weekend delle giovani gialloblù

Il weekend delle giovani gialloblù

Vicenza Under 17 – Chievo Fortitudo Women Under 17 6-0

Prima giornata di ritorno per le Under 17 gialloblù, che affrontano un Vicenza molto lanciato in campionato. Come prevedibile, infatti, le biancorosse partono subito forte, con un atteggiamento aggressivo fin dai primi minuti. Il risultato finale, però, penalizza un po’ troppo la compagine gialloblù, che combatte con grande cuore su ogni pallone dall’inizio alla fine.

Nonostante il primo tempo sia terminato 3-0 per le padrone di casa, le clivensi sono rientrate in campo nella ripresa decise a dimostrare di poter essere ancora in partita. La gara termina 6-0, ma le atlete veronesi escono a testa alta, senza aver mai mollato, e dimostrando di avere lo spirito giusto per poter affrontare un campionato così impegnativo.

 

Si prosegue con la Under 15, che conquista una bella vittoria contro le pari categoria del Voluntas Montichiari. Pur dovendo far fronte ad una infermeria affollata, le gialloblù hanno riversato sul rettangolo di gioco tanta grinta ed entusiasmo, impostando il gioco come da disposizioni tattiche e contenendo le manovre offensive delle avversarie lombarde. Un calo di concentrazione nell’ultima frazione di gioco, complici anche i tre gol di vantaggio, ha permesso alle bresciane di accorciare le distanze, riaccendendo un match fin a questo momento a senso unico. Nota di merito per “bomber” Pasini, che con la tripletta messa a segno ha rischiato di portarsi a casa il pallone. E un augurio, che la bella vittoria sia di auspicio alla pronta guarigione per le infortunate gialloblù. Si torna in campo domenica prossima, per la prima di campionato casalinga contro Padova Femminile.