Una lieta notizia per il presente e per il futuro del ChievoVerona Women: Chiara Mele vestirà ancora la maglia gialloblù.
Il talento di casa, già da qualche stagione nel giro della Prima Squadra e ormai reclutata in pianta stabile nella rosa di mister Dalla Pozza, ha prolungato il proprio contratto fino al 2021.
“Mi trovo molto bene in questa società, molto accogliente, è ormai come una famiglia per me e questi sono i motivi che mi hanno spinto a firmare ancora” – sono le prime parole della calciatrice dopo il rinnovo.

“Bruciare le tappe” è il leitmotiv della breve ma già importante carriera di Chiara Mele, che a soli 15 anni ha esordito in Serie B e che oggi, raggiunta la maggiore età, ha già collezionato 39 presenze in cadetteria.
Prodotto del settore giovanile, terzino di spinta, veloce e abile a scorrazzare su e giù per la fascia sinistra, la calciatrice nata a Mantova rappresenta uno dei migliori prospetti della formazione clivense.
La classe 2002 è infatti uno dei talenti più promettenti del mondo gialloblù e di stagione in stagione ha mostrato una crescita costante che fa pensare a un futuro ambizioso.

Con qualità e con quella determinazione che la contraddistingue, Chiara Mele si è ritagliata in breve tempo uno spazio sempre più importante, ma nonostante ciò in questo percorso non ha mai perso la consueta umiltà.
La giocatrice mira sempre al massimo, ma resta una ragazza con i piedi ben saldati a terra, come si evince anche dalle sue parole: “La cosa che mi interessa di più quest’anno è poter giocare con costanza – spiega la Mele. Sento di poter migliorare ancora tanto sotto tutti gli aspetti e mi ritengo molto fortunata a far parte della Prima Squadra, con ragazze più grandi che possono aiutarmi a crescere. L’obiettivo della squadra penso sia far un ottimo campionato e farsi valere. Quando gioco non sempre lo faccio con serenità e forse a volte si nota, però nella squadra mi trovo benissimo con tutte ed è proprio questo aspetto che non mi fa sentire la più piccola”.

Fra gli obiettivi della Mele c’è sicuramente quello di continuare a vestire la maglia azzurra. A proposito di tappe precocemente raggiunte, infatti, il difensore ha già vissuto il privilegio di ricevere la chiamata della Nazionale giovanile e di far parte delle spedizione della selezione Under 17 che ha partecipato agli Europei 2018 di categoria.
Viste queste premesse e la giovane età, dunque, all’esterno gialloblù di certo non possono mancare i sogni: “Per qualsiasi calciatrice penso che l’obiettivo sia sempre quello di provare a giocare in Serie A. Per quanto riguarda la Nazionale, ovviamente una volta arrivata in quella realtà speri di non lasciarla mai, tra i miei sogni c’è anche quello di poter continuare a indossare quella maglia, ma la strada è ancora lunga e si vedrà. Il sogno più grande però (in progetto a partire dal 2022 per la massima serie, ndr) sarebbe vedere il professionismo nel calcio italiano femminile “.