Serie B, ufficiale: mister Dalla Pozza resta ancora con noi

Serie B, ufficiale: mister Dalla Pozza resta ancora con noi

Il ChievoVerona Women FM sceglie la continuità tecnica e riparte da Moreno Dalla Pozza.
Dopo gli ottimi risultati ottenuti in occasione dell’ultimo campionato di Serie B, l’allenatore vicentino continuerà a essere al timone della Prima Squadra anche nella stagione 2020/2021.
Mister Dalla Pozza è arrivato sulla panchina gialloblu nello scorso dicembre, ma ha subito instaurato un buon feeling con giocatrici e società, ottenendo sin da subito prestazioni soddisfacenti e la fiducia di tutto l’ambiente.
Nelle sei partite sotto la sua gestione, infatti, le ragazze hanno fatto registrare un trend più che positivo, con 4 vittorie, un pareggio e una sola sconfitta.

Il dg Massimiliano Rossi e il direttore tecnico, Deila Boni, assieme a mister Moreno Dalla Pozza

Alcuni di questi fattori sono risultati decisivi ai fini della riconferma del tecnico, come spiega il Direttore Tecnico del club, Deila Boni. “In sede di riunione fra soci è stato deciso di comune accordo di riconfermare mister Dalla Pozza per l’ottimo lavoro tecnico e tattico svolto da dicembre fino allo stop forzato, ma anche per il modo con cui ha saputo guidare il gruppo nell’ultima parte di stagione. Mister Dalla Pozza ha trasmesso sin dal suo arrivo entusiasmo e determinazione e si è fatto apprezzare anche dal punto di vista relazionale, costruendo in poco tempo un clima positivo e un ottimo rapporto con calciatrici, dirigenza e staff tecnico – spiega il direttore tecnico. Un grosso in bocca al lupo al mister per questo nuovo inizio!”.

Lo stesso allenatore, che ha già nel suo bagaglio tecnico diverse esperienze nel mondo del calcio femminile come quelle, sempre in serie cadetta, sulla panchina di Cittadella Pd e San Bonifacio, ha espresso la sua soddisfazione per la riconferma.
“Mi è stato chiesto di continuare il percorso intrapreso qualche mese fa insieme alle ragazze e al club e ho accettato con grande piacere – spiega Dalla Pozza. Nella scorsa stagione mi sono trovato molto bene e ho lavorato con un gruppo che mi ha seguito con grande attenzione ed entusiasmo. Mi è dispiaciuto non aver avuto la possibilità di concludere il campionato, ma le prestazioni della squadra da dicembre fino all’ultima partita prima del lockdown sono sempre state positive. Ringrazio il ChievoVerona Women FM per la fiducia nei miei confronti e spero che l’ultima parte dell’ultima stagione rappresenti un buon viatico anche per quella ci prepariamo ad affrontare”.

Moreno Dalla Pozza, allenatore della Prima Squadra

Moreno Dalla Pozza interviene anche sugli obiettivi della squadra e sul rinnovato sodalizio con l’A.C. ChievoVerona: “Il nostro intento primario è innanzitutto quello di mantenere la categoria. La Serie B è un campionato impegnativo e ottenere la salvezza non sarà facile, soprattutto con il nuovo format a 14 squadre e le quattro retrocessioni. Ci sarà da battagliare su tutti i campi, ma non vediamo l’ora di ripartire. La collaborazione con il ChievoVerona? Noi vogliamo crescere e per farlo oggi credo sia assolutamente necessario il supporto di società importanti come quella clivense. Le sfide del calcio femminile sono sempre più ambiziose e le spese da sostenere sono più alte di qualche tempo fa. Il nuovo progetto societario guarda in questa direzione e avere alle spalle un club solido è una grande risorsa, una spinta indispensabile per lo sviluppo non solo della squadra che alleno ma di tutto il movimento”.

 

LA FORTITUDO GUARDA AL FUTURO: NASCE IL CHIEVOVERONA WOMEN FM

LA FORTITUDO GUARDA AL FUTURO: NASCE IL CHIEVOVERONA WOMEN FM

Un progetto ambizioso guidato dalla nuova struttura dirigenziale e dalla virtuosa collaborazione con il club clivense, di cui la squadra di Mozzecane rappresenta sempre più il settore femminile

La nuova stagione 2020/2021 si apre con tantissime novità per la società femminile con sede a Mozzecane.
Archiviato l’ultimo campionato con un pizzico di amarezza in seguito allo stop forzato che ha impedito alle ragazze di battagliare in campo fino alla fine, lo sguardo del club è già proiettato verso l’imminente futuro.
Dopo l’esperienza positiva dello scorso anno, infatti, si rafforza la collaborazione con l’A.C. ChievoVerona.
L’Asd Fortitudo Mozzecane si congeda dopo un’avventura ventennale che ha visto la formazione della piccola cittadina della provincia veronese toccare anche i palcoscenici prestigiosi della Serie A e lascia ufficialmente il posto al ChievoVerona Women FM.

Dalla prossima stagione un unico simbolo rappresenterà ragazze e ragazzi, uniti come sempre da una passione a tinte gialle e blu.
A testimonianza del legame sempre più stretto con la società clivense, lo storico “Centro Bottagisio”, che fu il palcoscenico della scalata dei “Mussi Volanti” verso le serie maggiori, ospiterà la Prima Squadra della compagine rosa, mentre il settore giovanile continuerà a scendere in campo a Mozzecane, che resterà il bacino d’utenza prescelto da cui attingere e per far crescere nuove piccole campionesse.
Un vero e proprio restyling che parte dal nome e dal logo, ma che coinvolge anche l’intero assetto dirigenziale gialloblù.

La struttura societaria si allarga a 12 soci, di cui 5 saranno membri del CdA.
L’obiettivo è quello di perseguire una crescita organizzativa fra tradizione e rinnovamento: da una parte si procede nel segno della continuità attraverso la conferma delle figure che dal 1997 ad oggi hanno contribuito a costruire e far crescere questa realtà; dall’altra, si intende intraprendere un progetto innovativo in grado di affrontare sfide sempre più ambiziose, in sintonia con lo sviluppo generale del movimento del calcio femminile e con la nuova frontiera del professionismo che sarà tracciata nel 2022.

I nuovi ingressi nel club di Bruno Spozio e Corrado Giacomazzi completeranno il team della scorsa stagione, formato da Alice Bianchini, Deila e Giuseppe Boni, Massimiliano Rossi, Alberto Facincani, Francesco De Giorgio, Salvatore Mele, Mario Marcomini, Gianluca Sgreva e Loris Lubiato.
Un’importante novità è sicuramente l’avvicendamento alla Presidenza. Giuseppe Boni, fondatore e figura storica della Fortitudo Mozzecane, passa il testimone ad Alice Bianchini.
Quest’ultima, nel club dal 2013, si è distinta in breve tempo per lavoro e dedizione e ricoprirà il ruolo di Presidente del ChievoVerona Women FM.
“Quando sono entrata a far parte di questa famiglia l’ho fatto con grande entusiasmo, spinta dalla passione per questo sport e per il mondo del calcio femminile – spiega la neoeletta. Con il passare degli anni ho visto crescere questa realtà grazie al lavoro comune di tutti e oggi sono onorata di rivestire la carica che mi è stata affidata e ancora più orgogliosa di fare parte di questa società. Un grazie di tutto cuore a Giuseppe perché senza di lui questo club non sarebbe mai esistito e noi non avremo potuto raccogliere la sua eredità”.

Di questo nuovo inizio del club farà comunque parte anche Giuseppe Boni, che figurerà nella dirigenza del ChievoVerona Women F.M. nella veste di Presidente Onorario.
“Le richieste della categoria crescono di giorno in giorno – dichiara Boni. Per mantenere il livello alto era necessaria la predisposizione di una società strutturata, con tante persone chiamate a fare il loro dovere al meglio in base al proprio ruolo. Di conseguenza era una direzione obbligatoria.
In bocca al lupo a tutti coloro che saranno coinvolti nella gestione del club, spero che con dedizione e lucidità possano individuare la strada migliore per permettere al buon nome che ha acquisito la Fortitudo in tutti questi anni di protrarsi nel tempo anche con la nuova denominazione di ChievoVerona Women FM. Mi auguro che l’A.C. ChievoVerona accompagni questo processo e continui a promuovere la crescita del settore femminile. Da parte mia, il legame con la società resta molto forte. Se riterranno utili le conoscenze e l’esperienza maturata in questi anni, io sarò sempre a disposizione. Buon lavoro a tutti e buona fortuna per la nuova avventura”.

 

5×1000: date il vostro contributo alla Fortitudo Mozzecane

5×1000: date il vostro contributo alla Fortitudo Mozzecane

La Fortitudo Mozzecane vi invita a devolvere il vostro 5×1000 alla società gialloblù, codice fiscale n. 03606600231. Un piccolo gesto ma di enorme importanza, per far sì che la nostra società sportiva possa, grazie a tutti voi e al vostro contributo, continuare nel suo lavoro di crescita delle ragazze amanti del gioco del calcio e dello sport. Vi ringraziamo in anticipo e siamo felici che tutti insieme possiamo collaborare e proseguire su questa strada incentivando le ragazze a fare sport, palestra di vita per eccellenza.

 

Figc: la stagione 2019/20 è ufficialmente terminata

Figc: la stagione 2019/20 è ufficialmente terminata

Ora è ufficiale: il campionato del Chievo Fortitudo Women termina qui. Questo è emerso dal Consiglio Federale Figc tenutosi oggi, che ha definito le linee guida per le diverse categorie del calcio italiano, maschile femminile.

Recita il comunicato Figc: “Il presidente Gabriele Gravina ha aperto i lavori alle ore 12.00 con i consiglieri: Dal Pino, Marotta e Lotito per la Lega di A; Balata per la Lega B; Ghirelli, Baumgartner e Lo Monaco per la Lega Pro; Sibilia, Acciardi, Baretti, Frascà, Franchi e Montemurro per la Lega Nazionale Dilettanti; Tommasi, Calcagno, Gama e Zambrotta per gli atleti; Beretta e Giatras per i tecnici; il presidente dell’AIA Nicchi; il presidente del Settore Giovanile e Scolastico Tisci; il presidente del Settore Tecnico Albertini; il segretario generale Brunelli; la presidente della Divisione Calcio Femminile Mantovani; il vice presidente UEFA Uva; il membro UEFA nel Consiglio della FIFA Christillin; il presidente ECA e membro Comitato Esecutivo della UEFA Agnelli. […] Per quanto concerne, invece, l’attività dilettantistica, ivi compresa quella femminile fino alla Serie B, valutate le condizioni generali e l’eccezionale situazione determinatasi a causa dell’emergenza Covid-19, il Consiglio ha deliberato di interrompere definitivamente tutte le competizioni, rinviando ad altra delibera i provvedimenti sugli esiti delle stesse competizioni. Resta fissato al 30 giugno il termine per la conclusione dell’attuale stagione sportiva”.

Ecco le parole del presidente Giuseppe Boni in merito al termine ufficiale della stagione 2019/20: “Ai primi di marzo pensavo di poter presto ripartire, ed ero uno dei pochi presidenti possibilisti sulla ripresa, ma col passare delle settimane son passato dall’altra parte e nelle ultime riunioni online sono diventato uno dei più convinti e decisi sostenitori dello stop al campionato. Era l’unica cosa giusta da fare, a certe condizioni non era immaginabile poter giocare, anche se per la Figc, adesso, le prossime decisioni da prendere non saranno facili. Ovviamente sarei stato molto curioso di vedere il finale di stagione della nostra squadra, ed ero parecchio fiducioso che avremmo risalito altre posizioni, forse avvicinandosi al vertice, visto lo splendido stato di forma fisica e mentale raggiunto. Mi dispiace molto per l’esito del primo terzo di campionato, ma il secondo terzo ha dimostrato che la rosa era buona e le scelte estive erano state azzeccate. Le mie sensazioni sono ora che la stagione 2020/21 dovrà slittare in avanti di qualche mese, ovviamente col permesso del Coronavirus, che nel complesso e stato abbastanza clemente nei confronti del CFW”.

Ricordi gialloblù: stagione 2005/06 e una salvezza all’ultimo respiro

Ricordi gialloblù: stagione 2005/06 e una salvezza all’ultimo respiro

Oggi, domenica 17 maggio si sarebbe dovuto concludere per il Cfw, sul campo della Novese, il campionato di serie B della stagione 2019/20. Per tenere vive le emozioni degli ultimi momenti che caratterizzano le stagioni calcistiche (nel bene o nel male) abbiamo ripescato dagli almanacchi della società del presidente Giuseppe Boni una storica salvezza che le gialloblù della Fortitudo Mozzecane raggiunsero nella stagione 2005/06 in serie B.

A tre giornate dalla conclusione, la sfida salvezza era tra la compagine gialloblù allenata da Maurizio Bertazzoni e la società neroverde “Il Cervo” di Reggio Emilia. Proprio nella terzultima giornata, le neroverdi conquistano i tre punti contro Valbruna mentre la Fortitudo incappa nella sconfitta sul campo bergamasco dell’Aurora. La classifica dice: Il Cervo 20 e Fortitudo 15. In questo momento la Fortitudo dovrebbe salutare la categoria ma con ancora due giornate da giocare è ancora tutto aperto. La domenica successiva, Il Mozzanica rifilala 5 gol alle neroverdi e la Fortitudo vince per 2-1 a Trento contro le ragazze del Clarentia. Il Cervo rimane a 20 mentre la Fortitudo accorcia e sale a 18. L’ultima giornata può rivelarsi decisiva. Una vittoria delle neroverdi metterebbe fuori dai giochi le gialloblù. La formazione di Reggio sul campo di casa non riesce ad andare oltre il pareggio (3-3) contro il Sudtirol mentre la Fortitudo nella vicina Schio batte la compagine di casa con il minimo scarto (1-0).

Boni racconta le emozioni di questa ultima giornata dal cardiopalma: “Ci tenemmo in contatto, tramite telefonini, con la partita di Reggio ma fino al triplice fischio non si sapeva bene quale fosse stato il risultato. A volte dicevano che Il Cervo avesse vinto e quindi saremmo retrocessi mentre a volte dicevano che avesse perso e quindi saremmo stati salvi. Alla fine per loro fu un pari, mentre noi ottenemmo una vittoria storica grazie ad una rete in mischia di testa su un corner della mitica Irene Cordioli”. Per la Fortitudo fu aggancio (21 punti per entrambe) e a questo punto si sarebbe deciso tutto nello spareggio. Lo spareggio tra Il Cervo e la Fortitudo di Bertazzoni, disputatosi il 28 maggio 2006 a Porto Mantovano fu una passeggiata per le ragazze di Mozzecane: 2-0 e le gialloblù si conquistano una salvezza che qualche settimana prima sembrava insperata.

Comunicato ufficiale: sospensione definitiva dei campionati Primavera, Under 17 e 15

Comunicato ufficiale: sospensione definitiva dei campionati Primavera, Under 17 e 15

La Figc in base al decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 10 aprile 2020, ha deciso la sospensione definitiva dei seguenti Campionati Nazionali Femminili: Primavera, Under 17 e Under 15.

“Una decisione che ci lascia con l’amaro in bocca perché sportivamente non vedere le squadre allenarsi è brutto ma è giusto, allo stesso tempo, che vengano seguite e rispettate le indicazioni mediche” dice il responsabile del settore giovanile Gianluca Sgreva che conclude: “Probabilmente si andrà per la chiusura di tutti i campionati giovanili, ma mi piacerebbe concludere la stagione con l’ultimo allenamento di giugno, in modo tale da dare la possibilità alle ragazze di salutarsi”.